Il litorale Catanese

Il litorale Catanese

L’estate sembra lontana eppure stai già pensando dove trascorrere le vacanze? I mari italiani sono certamente tra le mete più appetibili, specialmente nel Sud.

Oltre alla Puglia, ci sono numerosi tratti di costa affascinanti e che la gente ignora per rincorrere invece le mode o ciò che è sponsorizzato maggiormente. Perché quest’anno non visiti le spiagge siciliane orientali, per la precisione il litorale catanese? Questa zona è spesso messa in secondo piano rispetto ad altre mete nazionali ma è in grado di offrire un mare pulito, paesaggi mozzafiato e una storia culturale molto antica le cui tracce sono visibili qua e là a testimonianza dei popoli che un tempo ci abitavano. Ecco quindi quelli che sono i punti d’interesse più importanti lungo la costa in provincia di Catania.

Le Spiagge

Come anticipato, il mare di Catania è altrettanto bello quanto rilassante e troverai piacevole passare anche un’intera giornata ovunque tu scelga di andare. Il litorale catanese è piuttosto variegato e offre sia servizi che conformazioni molto diversi tra loro man mano che ci si sposta ma tutti ugualmente godibili.
La tua prima scelta potrebbe essere la ”Playa di Catania”, 18 chilometri di sabbia dorata e mare cristallino che vanno dalla zona periferica della città fino ad Agnone Bagni; puoi trovare sia aree libere di proprietà comunale che stabilimenti balneari con alberghi per l’alloggio. La movida serale è scandita dalla musica nelle discoteche all’aperto e dai locali che creano attrattiva per i turisti: sarà difficile annoiarsi in un posto come questo.

Se preferisci spiagge più tranquille sono molte le opzioni che potresti visitare.

Spiaggia Praiola di Giarre offre una battigia di ciottoli più o meno grandi, rivelandosi l’ideale se preferite questo tipo di zona balneare alla sabbia. Di origine vulcanica, è circondata da grandi formazioni in tufo che valorizzano il paesaggio. Si trova a metà strada tra Catania e Taormina.
spiaggia san marco
Se invece preferisci una via di mezzo tra sabbia e ciottoli, allora potrebbe piacerti Spiaggia San Marco di Calatabiano: situata nelle vicinanze della foce dei fiumi Alcantara e Fiumefreddo, è piuttosto isolata e non facile da raggiungere dato che non è stata costruita una strada litoranea ma ciò le dona un aspetto incontaminato e pulito arricchito dalle colture di agrumi delle campagne vicine.
Infine, puoi prendere in considerazione Spiaggia Aci Trezza, località che unisce il suo fascino alla leggenda: resa nota per essere la città descritta ne ”I Malavoglia” di Giovanni Verga, è una spiaggia di origine vulcanica caratterizzata dai cosiddetti ”faraglioni”, otto scogli dalle ragguardevoli dimensioni che il mito vuole siano delle rocce
Aci Trezza Catania
Faraglioni Aci Trezza Catania
che il ciclope Polifemo abbia lanciato contro la nave di Ulisse quando questi si diede alla fuga. Folklore a parte, l’area è col tempo diventata una riserva marina ed ospita anche il laboratorio di biologia dell’Università di Catania. Se preferite potete visitare anche il Castello di Aci a strapiombo su una formazione lavica e che al tramonto ti regalerà una vista meravigliosa.Non solo mare…
piazza duomo catania
Quando si parla di litorale, non bisogna fossilizzarsi solo su ciò che è legato prettamente alle spiagge. Considera anche di visitare le bellezze interne che si affacciano sul mare. La stessa città di Catania saprà stupirti con i suoi scorci e monumenti che faranno capolino qua e là come Piazza del Duomo o l’anfiteatro Greco Romano del I secolo d.C.; oppure potresti esplorare la parte sotterranea della città seppellita dall’eruzione del 1693. Per concludere, un escursione sul Parco dell’Etna ti permetterà di ammirare il panorama catanese in tutta la sua interezza e bellezza.

<<<<Scopri l’escursione di Cataniablog>>>>

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *