Capodanno 2022: rassegna conclusiva degli articoli

duomo di catania

Il 2021 è stato un anno complesso per molte persone, che ha visto protrarsi gli effetti della pandemia iniziata nel 2020 e che ha sconvolto la nostra vita. Cionondimeno, è un anno intenso, che abbiamo vissuto insieme a voi, cercando (a nostro modo) di raccontarvi giorno per giorno la realtà di Catania. Una finestra aperta 365 giorni l’anno e che oggi vede il suo ultimo aggiornamento. Anche per questo, abbiamo scelto di dedicare questo ultimo articolo a rivivere insieme a voi alcuni dei momenti più significativi di questo 2021. Il nostro modo per salutare l’anno e prepararci a una nuova avventura insieme in vista di questo 2022!

Coronavirus, Sicilia zona gialla e vaccini

Coronavirus mascherina
 
Sono state parole costantemente presenti nei nostri pensieri e nelle nostre ricerche di Google. Inutile girarci intorno: come nel 2020, il 2021 è stato caratterizzato dalla pandemia che ha letteralmente ristrutturato la nostra vita. Abbiamo dovuto abituarci agli improvvisi annunci di zone rosse e riscoprire nuove cose da fare, anche per le festività,anche quelle di Sant’Agata – celebrata a porte chiuse. La pandemia ha cambiato il nostro rapporto con la tecnologia: basti pensare che in molti paesi, come l’Irlanda, non si tornerà alle vecchie modalità di lavoro in presenza, ma al massimo con 2 o 3 giorni in presenza (con un buon risparmio da ambo le parti).
Anche gli esami di maturità sono cambiati in funzione del Covid ( forse quest’anno si tornerà ad avere uno scritto), e abbiamo visto per la prima volta quest’anno le vaccinazioni non solo per il personale medico, ma anche per gli studenti.

2021: tanti siciliani alla conquista del mondo

Noi siciliani siamo un popolo che ha certamente molti difetti, ma anche pregi unici e riconosciuti in tutto il mondo. Anche quest’anno non ha fatto differenza e abbiamo avuto la fortuna di raccontare le storie di tanti conterranei che sono riusciti a farsi valere, portando i loro talenti in terra straniera oppure creando progetti che portino soluzioni e ricchezza sull’isola. Abbiamo avuto la fortuna di intervistare giovani siciliani intraprendenti come Simone Iannuzzi, che ora vive in Canada e ha partecipato alla realizzazione di The Dragon Prince. Oppure di raccontare l’esperienza di ricercatori come Pietro Biondi, che rivendicano con fierezza la validità del sistema universitario catanese.

Calcio Catania: la nostra nuova rubrica

calcio catania logo
A settembre abbiamo anche inaugurato una nuova categoria nel nostro blog dedicato alla squadra rossazzurra. Una passione che coinvolge moltissimi catanesi, ma anche un motivo di orgoglio per una città che da sempre riesce a distinguersi anche a livello sportivo. Abbiamo quindi raccontato le partite di questo campionato, dalla primissima giornata alla vittoria nel derby col Palermo. Purtroppo (ma d’altronde, anche questo fa parte del gioco) abbiamo recentemente raccontato anche della sentenza del Tribunale di Catania che ha disposto il fallimento del Calcio Catania. Una notizia che non è giunta inaspettata, ma che nondimeno ci ha colpito e addolorato profondamente e che ci ha portato e chiederci se la lunga e gloriosa storia del Calcio Catania sia giunta al termine.

Addio a Franco Battiato, bentornata Carmen Consoli

Franco Battiato addio
Un anno che ci ha portato via un grande maestro, Franco Battiato, che si è spento il 18 Maggio nella nostra etnea Milo, lui che nato a Riposto nel 1945, dopo aver dato tantissimo alla sua terra, ma non solo. Un addio dolorosissimo, ricordato di recente anche da una sua “allieva”, Carmen Consoli, che ha celebrato con un concerto i suoi 25 anni di carriera. Un anno quindi che ha visto anche la musica, e i musicisti siciliani, primeggiare: a partire dai sicilianissimi Di Martino e Colapesce. Vero e proprio tormentone di inizio anno la loro “Musica leggerissima”, eredità di Sanremo. Dunque, un anno di musica per gli artisti siciliani. Ma è stato anche l’anno in cui abbiamo salutato Arturo Modica, l’artista internazionale autore dei famosissimi Charging bull.

Etna, un anno di eruzioni

Etna Istituto vulcanologico
Chi è stata particolarmente attiva è stata “A’Muntagna”, mamma Etna, che ha deliziato tutti i fotografi del mondo con le sue spettacolari eruzioni. Chi è stato certamente meno felice sono stati i numerosissimi catanesi, in particolare quelli residenti nei paesi etnei, che giorno dopo giorno hanno visto “annerirsi” le loro strade, le loro terrazze e i loro balconi. Per diversi mesi infatti l’Etna ha avuto un’attività estremamente abbondante, che ha prodotto moltissima cenere. Quest’ultima ha rappresentato certamente una criticità e costretto il presidente della regione Musumeci a dichiarare lo stato di emergenza, ma ha rappresentato anche una risorsa. Segno, anche questo e ancora una volta, della grande forza d’animo e dell’ingegno dei siciliani.

Anno che va, anno che viene

Abbiamo cercato di compendiare in una pagina alcuni dei momenti piú significativi di questo 2021. Sarebbe stato opportuno raccontare anche dei trionfi che ci hanno vistri protagonisti a livello nazionale in moltissime competizioni sportive (e non), e di molti altri eventi significativi. Dal canto nostro, speriamo che questo piccolo viaggio nel tempo vi sia risultato piacevole e che vogliate continuare a seguirci anche per tutto l’arco del 2022.
Dalla Redazione di Cataniablog.it un augurio di buon anno nuovo!
 

, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *