Calcio Catania lavori allo stadio ma la situazione resta in bilico

Calcio Catania lavori allo stadio ma la situazione resta in bilico

Il Calcio Catania sta attraversando uno dei momenti più bui della sua storia, che dopo il fallimento di dicembre lo ha visto sparire per sempre dai radar del calcio professionistico. Un colpo durissimo per tutti i tifosi, che si sono dovuti rassegnare a vedere la loro squadra ripartire da zero. Non c’è stato modo neppure di concludere il campionato in corso e abbiamo visto sfumare l’opportunità di riscattare quanto conquistato sul rettangolo verde. Così l’annuncio per il Calcio Catania di lavori allo stadio sembra, in qualche modo, un’oasi di pace in mezzo a tanti dubbi e al non saper cosa fare.

Mentre infatti si cerca di capire come si evolverà la discussione riguardante l’assegnazione del titolo sportivo, per lo stadio Angelo Massimino è arrivata una bella notizia. Sergio Parisi, assessore allo sport con delega ai fondi UE per la cittadina etnea, ha infatti confermato che entro un mese sarà indetto un bando per l’assegnazione di lavori. Si tratterà di un finanziamento complessivo di circa 6 milioni per la ristrutturazione degli impianti, quindi sia l’Angelo Massimino sia il Cibalino. I fondi, necessari per il rimodernamento delle strutture sportive, saranno attinti dai fondi comunitari del Patto per Catania.

Calcio Catania ultime notizie si rinnova il Massimino

Massimino

Saranno numerosi gli interventi previsti per il Massimino, a partire dai nuovi seggiolini in tutti i settori e dal nuovo tabellone luminoso, che andrà a prendere il posto di quello attualmente presente in curva Nord. Ma non solo buone notizie per i tifosi, anche per gli addetti ai lavori. La prima e forse più importante riguarda certamente il manto erboso, sul modello di impianti moderni come lo Juventus Stadium. Prevista quindi l’istallazione di un nuovo impianto di irrigazione e di erba artificiale insieme a quella naturale. Opere di rinnovamento sono previste anche per gli spogliatoi, per la pista d’atletica e anche nella tribuna stampa. I lavori non coinvolgeranno sono l’interno dello stadio ma anche l’esterno e la strade limitrofe.

Visibilmente soddisfatto l’assessore Parisi. « Abbiamo, come Comune di Catania, completato tutte le procedure per ottenere il finanziamento adesso siamo finalmente arrivati nelle condizioni di pubblicare la gara, mancano solo gli ultimi dettagli, manca davvero pochissimo.» Un percorso però che non è stato facile. «Le difficoltà sono dietro l’angolo, quest’anno la pandemia, i costi energetici e scarsa possibilità di reperire i materiali ci ha rallentati nel prendere gli impegni ma sembra che siamo finalmente vicini all’obiettivo. Il ‘nuovo’ Massimino servirà oltre ad offrire finalmente un impianto all’altezza dei nostri tifosi anche per attrarre gli investitori che avranno l’onere e l’onore di rilanciare il nuovo Catania».

Catania Calcio lavori allo stadio: si giocherà al Massimino

Massimino catania

Le condizioni dello stadio, e in particolare del manto erboso, avevano portato a valutare soluzioni alternative per non interrompere la continuità di gioco. In particolare, si era pensato al traslocare momentaneamente nel campo di Nesima. L’assessore Parisi è intervenuto anche su questa possibilità, smentendo. « Il nostro obiettivo è giocare al Massimimo. Troveremo una soluzione con la ditta che si aggiudicherà i lavori. Il cronoprogramma non è ancora chiaro ma sicuramente non sarà rigido. In base all’andamento dei lavori e agli impegni della stagione, si deciderà se partire partendo dal manto erboso in modo tale da averlo pronto per gli impegni della squadra oppure rimandarlo alla fine del campionato, in modo da permettere di giocare nel frattempo nell’impianto».

«Il campo di Nesima è ormai pronto, ci sono le misure regolamentari, c’è un manto erboso di nuova generazione. Un piccolo gioiello che sarà una buona alternativa per gli allenamenti non solo del Catania ma anche delle altre società sportive. Però poi c’è il discorso della nuova società che dovrà prelevare il Catania che potrebbe mettere a disposizione campi privati di allenamento, ma questo ancora non lo sappiamo».

Calcio Catania, nuova proprietà all’orizzonte?

Intanto, si aspettavano le ultime novità sul Calcio Catania proprio in questi giorni, precisamente il 18 maggio. La data è slittata e Parisi è tornato sull’argomento. «Lo scorso venerdì il sindaco Bonaccorsi ha sentito il presidente Gravina, cercando di stimolare la federazione, pur sapendo che sarebbe stato difficile avere una risposta. Nella stessa occasione abbiamo trasmesso una bozza della manifestazione d’interesse che abbiamo scritto, per sapere quali indicazioni e suggerimenti la Figc voglia inserire nel procedimento. Abbiamo voluto giocare d’anticipo e probabilmente, entro questo mese la pubblicheremo lo stesso, a prescindere di cosa ci dirà la Figc. Insieme a Bonaccorsi stiamo valutando questa possibilità, poi aspetteremo come le altre città che vivono una situazione analoga. Non possiamo arrivare con la pubblicazione a luglio, stiamo seguendo un percorso abbastanza preciso».

Parisi ha poi concluso: « Posso dire che c’è grande fermento e segnali positivi. Noi vogliamo pubblicare il bando che non sarà suffragato dalle indicazioni economiche della federazione, però chi si presenterà terrà conto successivamente di questo aspetto». 

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.