La Chiesa di Santa Croce a Catania

La chiesa di Santa Croce a Catania si trova nel quartiere del Villaggio Sant’Agata facente parte della VI Circoscrizione (San Giorgio Librino – San Giuseppe La Rena Zia Lisa Villaggio Sant’Agata) Ovviamente il nome di questo quartiere è stato dato in onore di Sant’Agata, patrona di Catania. Per chi si trova a Catania deve assolutamente…

La Chiesa di Santa Croce
La chiesa di Santa Croce a Catania si trova nel quartiere del Villaggio Sant’Agata facente parte della VI Circoscrizione (San Giorgio Librino – San Giuseppe La Rena Zia Lisa Villaggio Sant’Agata) Ovviamente il nome di questo quartiere è stato dato in onore di Sant’Agata, patrona di Catania.
Per chi si trova a Catania deve assolutamente visitare questa magnifica chiesa. Un posto sacro diventato un’attrazione turistica ideale per chi vuole avere un’esperienza spirituale unica e per chi vuole vedere un posto sacro.
Nel 1960 lo IACP di Catania si affidò all’urbanista Michele Valori per il progetto della costruzione dell’intero quartiere includendo cosi anche la Chiesa Santa Croce insieme a 1600 alloggi popolari che erano destinati a quasi 8000 abitanti. Cosi Michele Valori si concentro solamente per la ristrutturazione di questa chiesa, proteggendo cosi non solo il suo valore storico ma anche il suo stile architettonico unico.
La chiesa di Santa Croce è un luogo ti culto cattolico molto amato dagli abitanti della zona ma anche molto visitato da turisti. In questo articolo parleremo anche della sua struttura fermandoci sul suo stile architettonico e i materiali utilizzati per la sua costruzione. Così potremo avere anche una visuale chiara di quello che questa chiesa rappresenta. L’indirizzo esatto della chiesa di Santa Croce è; Villaggio Sant’Agata 26/B Zona B – Zia Lisa, Catania (CT)

Architettura della chiesa Santa Croce a Catania

La Chiesa di Santa Croce a Catania
Con un unico varco di accesso sovrastato da profonda pensilina troviamo la facciata a capanna su podio gradonata. Una forma tipica che dà un forte contributo alla parte visiva della facciata di questa chiesa. Si data di una volumetria prismatica regolare a base pressoché rettangolare. Per di più è costituita dalla giustapposizione di prismi rettangolari di medesima altezza e ma con una larghezza differente in ogni primo. Il suo spazio è sovrapposto ad un andamento longitudinale.
Al suo interno si può ammirare una sola aula con presbiterio leggermente rialzato. Inoltre la suddivisione delle pareti longitudinali in settori rettangolari e paralleli formano un effetto visivo unico. Creando così la reale condizione spirituale che un posto sacro come una chiesa che diffonde la parola di dio deve avere.
Un’altra caratteristica della chiesa è di sicuro il pavimento in marmo grigio che è molto apprezzata è amata da chi ci passa per entrare in una messa. La sua facciata anteriore è caratterizzata dal suo color mattone con intrecciato con il grigio e le croce appesa sopra l’ingresso. Per entrare basta fare due scalini oppure per chi non può ci sono due rampe per disabili che facilitano l’ingresso in chiesa.
Chiesa della Divina Maternità della Beata Vergine Maria a Catania