Ricetta di Pasqua: L’aceddu cu l’ovu

Uno dei dolci pasquali tipici siciliani più antichi e diffusi è l’aceddu cu l’ovu, che tradotto significa “uccello con l’uovo”. Si tratta di un particolare biscotto che viene preparato in tutte le zone dell’isola e molto apprezzato dai bambini per il suo aspetto colorato e sfizioso. Potrai cimentarti in questa ricetta molto particolare che aggiungerà…

ricette catanesi di pasqua

Uno dei dolci pasquali tipici siciliani più antichi e diffusi è l’aceddu cu l’ovu, che tradotto significa “uccello con l’uovo”. Si tratta di un particolare biscotto che viene preparato in tutte le zone dell’isola e molto apprezzato dai bambini per il suo aspetto colorato e sfizioso. Potrai cimentarti in questa ricetta molto particolare che aggiungerà un tocco di allegria al tuo pranzo pasquale.
Questo dolce, che viene portato in tavola quale alternativa alla classica colomba, viene preparato in casa sin dall’antichità e oggi anche presso le panetterie. La ricetta si tramanda da generazione ed è piuttosto semplice da realizzare, anche perché richiede pochi e semplici ingredienti di facile reperibilità.
Ecco come preparare l’aceddu cu l’ovu, dolce che in Sicilia diventa anche un regalo pasquale sempre gradito e che un tempo le ragazze preparavano per i fidanzati quale dimostrazione d’amore.

Significato l’aceddu cu l’ovu

L’aceddu cu l’ovu assume svariate denominazioni in base alla zona in cui viene preparato e anche per l’aspetto che non sempre riprende quello della colomba. Nell’area del trapanese, ad esempio, si chiama campanaru proprio per via della forma a campana. In alcuni casi palummedda, ovvero colombina, e anche panareddu, cioè paniere. A Catania l’aceddu cu l’ovu si chiama più precisamente cuddura cu l’ova, in quanto il dolce presenta una forma circolare, con pasta intrecciata, al centro del quale viene posizionato l’uovo.

Ecco quali sono gli ingredienti che dovrai procurarti per preparare l’aceddu cu l’ovu:

  • 500 gr di farina tipo 00
  • 150 gr di zucchero
  • 150 gr di burro
  • 6 uova
  • 100 ml di latte
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 bacca di vaniglia
  • scorza di arancia
  • codette di zucchero colorate

Difficoltà: bassa
Preparazione: 30 minuti per la preparazione e 20 circa minuti per la cottura
Dosi per: 4 persone
Costo: basso

Aceddu cu l’ovu: procedimento

laceddu cu lovu
Prendi la farina e versala a fontana sulla spianatoia. Unisci il burro già ammorbidito e inizia a lavorare pazientemente il composto fino ad amalgamare per bene tutti gli ingredienti. Aggiungi l’uovo e proseguire ad impastare.
A questo punto aggiungi lo zucchero, il lievito, la scorza dell’arancia grattugiata e i semi della bacca di vaniglia. Unisci il latte e continua ad impastare fino a quando il composto non sarà morbido, omogeneo e privo di grumi. Avvolgi il panetto di pasta frolla nella pellicola trasparente e riponilo in frigorifero a riposare per circa 30 minuti. Intanto cuoci le 4 uova in un pentolino fino a farle diventare sode. Basteranno da 5 a 8 minuti.
Stendi la pasta aiutandoti con un mattarello. La pasta dovrà avere uno spessore di circa un centimetro e mezzo. A questo punto dovrai ritagliare dei biscotti a forma di colomba, di cestini o campana. In alternativa potrai anche usare delle formine a cuore. Potrai ricreare queste sagomature aiutandoti con dei cartoncini o la carta forno.
Realizza 4 biscotti e poni al centro di ognuno l’uovo. Con la pasta rimasta in eccesso crea dei cordoncini per ricreare delle croci che serviranno a fissare l’uovo al centro di ogni biscotto. Utilizza l’ultimo uovo rimasto per spennellare la superficie di ogni biscotto.
Guarnisci con le codette di zucchero colorate ogni biscotto e aiutandoti con uno stuzzicadenti pratica dei forellini per realizzare i particolari del soggetto prescelto, come i solchi del cesto, il piumaggio dell’ala, l’occhio della colomba ecc.
Cuoci i biscotti in forno preriscaldato a 180° scegliendo la modalità statica per 20 minuti circa. Una volta cotti, lascia raffreddare i biscotti e servili in tavola quale dolce di fine pasto.
 

<<<Le 5 ricette catanesi di Pasqua>>>

 
Catania per Pasqua


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *