Parco giochi inclusivo inaugurato a Villa Pacini

il giardino pacini

A pochi giorni dalla giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo Catania trova una nuova risorsa. Un parco giochi inclusivo, pensato e progettato per non presentare barriere architettoniche, è stato inaugurato a villa Pacini. Un progetto articolato, che non vede la fine con l’area giochi di villa Pacini, ma prevede la nascita di altri parchi in tutto il territorio catanese. Saranno infatti tre i parchi gioco inclusivi che in poche settimane sorgeranno: oltre a quello di Villa Pacini, sarà resa inclusiva anche l’area giochi del Boschetto della Plaia e quella del Parco degli Ulivi di San Nullo. Il tutto ha preso piede grazie a un finanziamento regionale di poco più di 50 mila euro assegnato al Comune sulla base dell’avviso pubblico promosso dall’Assessorato regionale della Famiglia e delle Politiche sociali. A tale bando l’Amministrazione Comunale ha preso parte su congiunta sollecitazione del sindaco Pogliese e dell’assessore Lombardo.

L’area gioco di Villa Pacini è stata rapidamente resa inclusiva: i lavori sono cominciati infatti nella seconda metà dello scorso mese. Non solo vi è stata la posa in opera dei giochi su un tappeto antitrauma, ma tutta l’area è stata arricchita con nuove attrezzature, utilizzabili anche da minori con disabilità.

Scavone: “Piccolo ma significativo passo”

Soddisfazione per la realizzazione del progetto da parte di Antonio Scavone. Durante l’inaugurazione del parco, l’Assessore della giunta regionale si è così espresso: Una piccola ma importante opera per la città. «Un parco giochi inclusivo anche per i bambini diversamente abili in questo splendido luogo che è villa Pacini, uno dei centocinquanta finanziati in altrettanti comuni dell’isola dall’Assessorato Regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali che ho l’onore di guidare.»

Boschetto della Playa catania

Insieme a lui, presente il sindaco facente funzioni Roberto Bonaccorsi, il presidente del consiglio comunale Giuseppe Castiglione, Paolo Fasanaro (presidente del Primo Municipio), gli assessori Lombardo (Famiglia e politiche sociali), Barresi (verde e giardini pubblici) e Sergio Parisi (Fondi Ue e transizione green). Proprio quest’ultimo ha rimarcato come il progetto non si arresti al parco inclusivo di villa Pacini. «Le altre due aree gioco inclusive dei bambini con disabilità sorgeranno nel Boschetto della Plaia e un altro al Parco degli Ulivi di San Nullo.

Entrambi gli spazi a verde verranno attrezzati grazie ai progetti varati nei mesi scorsi e ammessi a finanziamento coi fondi comunitari, per cui sono già sono in dirittura d’arrivo le procedure per l’espletamento della gara per la posa in opera delle altre strutture ludico-ricreative per i più piccoli, anche quelli meno fortunati.»

Bonaccorsi: “Creare coesione fra i bambini”

Anche il sindaco facente funzioni Bonaccorsi e l’assessore Lombardo si sono uniti al coro entusiasta riguardo il nuovo progetto. «Un’impostazione dal grande valore etico e sociale. Perché mette i più piccoli con difficoltà motorie e sensoriali alla pari dei loro coetanei nel gioco in piena sicurezza. Anche questo è segnale di attenzione sociale particolarmente significativo nell’ottica di creare coesione tra i nostri bambini. Questo di villa Pacini è solo uno dei tre parchi gioco inclusivi che in poche settimane sorgeranno a Catania».

Il parco permetterà infatti una piena inclusività e consentirà, anche ai bambini con disabilità, di trascorrere in serenità ore di gioco. Un fattore importantissimo per la socializzazione. Già nel giorno dell’inaugurazione sono stati numerosi i ragazzi accorsi, specialmente quelli appartenenti all’Istituto Comprensivo “Amerigo Vespucci”. Un chiaro segno di apprezzamento e approvazione verso il progetto dai diretti interessati.

Parco giochi inclusivo: in arrivo a Catania nuovi poli

Il progetto però è ancora più ambizioso, se si considera che nei mesi passati la giunta guidata da Salvo Pogliese ha ipotizzato sei nuove aree gioco. «Sulla base dei progetti redatti dai tecnici nei mesi scorsi dell’ufficio comunale di tutela del verde diretto dall’architetto Marina Galeazzi.A brevissimo vedranno la luce sei nuove bambinopoli, una per ogni circoscrizione municipale: in piazza Angelo Maiorana (I Municipio), piazza Candido Cannavò (II), Parco Falcone(III), Parco Gandhi (IV); Parco Gemmellaro (V); viale Bummacaro civico 9 (VI)». Così si è espresso in materia l’assessore al verde Andrea Barresi.

Il piano di realizzazione di sei nuovi parchi gioco sarebbe costato intorno ai 200 mila euro e finanziato coi fondi della tassa di soggiorno, entrate affidate alla gestione del capo di gabinetto Giuseppe Ferraro, quest’ultimo presente alla consegna del primo spazio giochi inclusivo di villa Pacini con l’assessore Barbara Mirabella.

bambini che giocano al parco
,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *