Mercatini di Natale a Catania fino al 6 gennaio

Mercatini di Natale a Catania fino al 6 gennaio

Con l’arrivo delle feste natalizie, le città si illuminano e i negozianti si adoperano per renderle accoglienti per i potenziali clienti.
Quando sta per arrivare il Natale, tutti corrono alla ricerca del regalo perfetto e del prezzo migliore a cui acquistarlo.
Durante, quindi, quello che può essere definito il periodo più bello dell’anno è possibile ammirare luminosissime vetrine addobbate con luci colorate. Quello che, però, porta quel tocco in più in alcune città è l’organizzazione dei mercatini, i quali sono pieni di idee e di oggetti particolari da acquistare per quest’occasione. Tra queste rientra Catania, la quale può essere annoverata tra le più organizzate sotto questo punto di vista.

Catania e il Natale: una città piena di iniziative.

presepi siciliani
Per chi ha intenzione di visitare una città con un ricchissimo calendario di iniziative per il periodo natalizio deve recarsi a Catania. Infatti, essa è famosa per l’organizzazione di spettacoli teatraliconcertimostreteatro di stradamercatini natalizi e addirittura presepi in mostra (come accade a Belpasso, paesino di provincia).
Ma specialmente Catania offre moltissimi eventi, per soddisfare anche i palati più esigenti.

Il Christmas Market: arte e artigianato.

Il Christmas Market si svolge nella nota via Minoriti. Si tratta di un mercatino contraddistinto da una magica atmosfera rinvenibile in quelli del Nord dell’Europa. In esso, diverse casette in legno accolgono i clienti, i quali potranno acquistare prodotti di maestri artigiani. È possibile visitarlo sino al 31 dicembre, dalle 10 del mattino fino alle 22 di sera, è organizzato da è organizzato da Scie Eventi, lo spazio creativo itinerante etneo, ed è gratuito

Mercatini di Natale a Catania: Pop Up Market e

presepi a Catania

Il “Pop Up Market Sicily – Temporary pop circolo creativo e dopolavoro natalizio”, organizzato alla Joyacademy di Catania (via Scuto Costarelli 26) si tiene dall’8 al 24 dicembre. Per stessa descrizione dei suoi organizzatori, non è solamente un mercatino di Natale. Sarà anche un luogo in cui convergeranno tutti i prodotti di artigianato di qualità pregiata, con particolare cura di prodotti che tengono conto del principio delle “Tre R” (riduci- riusa- ricicla) in cui risiede la chiave della sostenibilità ambientale. Anche qui l’ingresso è gratuito e è aperto dalle ore 10.30 alle 20.30 (da lunedì a giovedì), dalle 10.30 alle 22.30 (da venerdì a domenica e mercoledì 8), e dalle 10.00 alle 13 (venerdì 24).

Se invece avete voglia di assistere a concerti, workshop e laboratori, c’è laXVII Edizione del Festival “Zampognarea – Il mondo delle zampogne tra uomini e suoni”. Dal 13 dicembre al 6 gennaio 2022, organizzata dalle associazioni Darshan e Areasud, con la direzione artistica di Maurizio Cuzzocrea, la kermesse mira alla diffusione del patrimonio musicale tradizionale e prevede un ricco calendario di eventi e la mostra partecipata “Percorsi sonori, narrativi e tattili nel mondo delle zampogne” nella Chiesa monumentale di San Nicolò l’Arena.

Il calendario degli appuntamenti:

13 dicembre
Ore 21.00
Concerto della “Nufolk Global Connections Orchestra” al Zo Centro Culture Contemporanee
(Ingresso a pagamento)
14 dicembre
Ore 19.30
Concerto “Enerbia – musiche tradizionali del Natale nelle Quattro Province”, alla Chiesa di Sant’Anna
(Ingresso libero)
18 dicembre
Ore 18.00
Concerto del “Quartetto Areasud – Di zampogne, novene e pastorali”, alla Chiesa di San Nicolò l’Arena
(Ingresso a pagamento)
19 dicembre 
Dalle ore 10.30 alle ore 12.30
“Fanfara Zampognara – musiche tradizionali dell’Italia del Sud”, al Zo Centro Culture Contemporanee
(Ingresso libero)
20 e 21 dicembre
Dalle ore 16.30 alle ore 19.00
“Chi fa suonare i giocattoli?” Laboratorio di liuteria creativa per bambini, da Artieri il Mercato Creativo – Parco Villa del Grado
(Ingresso su prenotazione)
22 dicembre
Ore 18.00
Concerto  de I Beddi “E falla bedda la ninnaredda”, alla Chiesa di San Nicolò l’Arena
(Ingresso a pagamento)
30 dicembre
Dalle ore 17.00 alle ore 19.30
Natus Est. Novena itinerante in concerto, alla Chiesa di San Nicolò l’Arena
(Ingresso a pagamento)
3 gennaio
Dalle ore 17.00 alle ore 19.00
“Una famiglia zampognara” – in collaborazione con Kids Trip
Racconti, suoni, storie di zampogne per grandi e piccini, alla Chiesa di Sant’Anna
(Ingresso su prenotazione)
4 gennaio
Dalle ore 16.30 alle ore 19.30
“La mia prima zampogna”, laboratorio di liuteria creativa per bambini, alla Legatoria Prampolini, via Vitt. Emanuele 333
(Ingresso su prenotazione)
6 gennaio
Ore 11.00
Concerto dell’Orchestra Amatoriale Vincenzo Scontrino – in collaborazione con Contrappunto Festival
Musiche di Corelli, Haydn, Fauré e della tradizione popolare, alla Chiesa di San Nicolò l’Arena
(Ingresso a pagamento)

Eventi Natale a Catania: Artieri Mercato Creativo

Rimaniamo sempre nell’ambito dei mercatini ma spostiamoci nuovamente sull’artigianato: Artieri Mercato Creativo, il primo Festival di Arti e Mestieri della Sicilia.
Un Festival itinerante dove i veri protagonisti sono gli Artieri, ovvero gli artigiani del Made in Italy, che esporranno le proprie eccellenze, pezzi unici e in tiratura limitata: questo l’intento di “Artieri Mercato Creativo”, il primo Festival di Arti e Mestieri della Sicilia che per Natale farà tappa a Catania, presso Villa del Grado (corso Italia n.209) dal 17 al 24 dicembre.
Nella cornice della meravigliosa location, immersa nel verde, di una splendida villa liberty degli inizi del ‘900 nel cuore di Catania per quella che si prospetta essere un’edizione da capogiro come le precedenti di Ortigia e Marzamemi: saranno trenta gli artigiani provenienti da tutta Italia che esporranno le proprie creazioni.

“Artieri Christmas Edition” – scrivono in una nota sul sito le direttrici artistiche del Festival, Angela Cacciola e Maria Grazie Barbagallo – significa artigianato, ma anche magia ed eleganza, come quella che proporremo all’interno di Villa del Grado. Gli oggetti artigianali spesso sono il frutto di attività manuali che stanno scomparendo. Quando regali a qualcuno un oggetto fatto a mano, stai dicendo a quella persona che si merita qualcosa di unico, speciale e irripetibile. Non gli stai donando un qualsiasi pezzo di plastica – concludono Cacciola e Barbagallo – ma tutto l’amore, l’attenzione, la maestria che quell’oggetto ha respirato mentre veniva creato”.

 

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.