La ricetta del Torrone Catanese

Il torrone di Catania è un dolce croccante e dal colore ambrato, che viene realizzato durante le festività di Natale ma soprattutto, nei giorni dedicati ai festeggiamenti di Sant’Agata. Passeggiando tra le bancarelle, collocate nelle vie del capoluogo siciliano è difficile non rimanere inebriati dal profumo del torrone che viene realizzato dai venditori di dolciumi,…

La ricetta del torrone Catanese 1
Il torrone di Catania è un dolce croccante e dal colore ambrato, che viene realizzato durante le festività di Natale ma soprattutto, nei giorni dedicati ai festeggiamenti di Sant’Agata. Passeggiando tra le bancarelle, collocate nelle vie del capoluogo siciliano è difficile non rimanere inebriati dal profumo del torrone che viene realizzato dai venditori di dolciumi, utilizzando mandorle croccanti e zucchero.

Ricetta torrone catanese

Ingredienti per un torrone catanese di 750 gr:
350 gr di mandorle senza pelate
400 gr di zucchero semolato
1 bustina di vanillina
olio di semi q.b.

La ricetta del torrone Catanese prevede pochi ingredienti, si prepara in pochi minuti e presenta un livello di difficoltà media.

La ricetta del torrone
Procedimento
Versa in una pentola alta lo zucchero con qualche goccia di acqua, mettilo sul fornello a fiamma vivace e fallo sciogliere. Inizialmente si formerà un composto grumoso, che poi con l’aumento della temperatura assumerà l’aspetto di un caramello fluido e dorato. Una volta che si è fuso lo zucchero, aggiungi le mandorle e la vanillina, mescola per fare amalgamare il tutto in maniera ottimale, in modo che il caramello assuma un colore ambrato. Prepara un piano di marmo, ungendolo con l’olio di semi. Rivolta la pentola con il composto di mandorle e caramello sul piano e con l’aiuto di una spatola e un coltello, anch’essi unti di olio, stendilo fino a formare un rettangolo alto 1 cm. L’operazione va eseguita con molta attenzione, anche perché il composto di caramello e mandorle avrà raggiunto una temperatura di circa 200°, quindi evita di toccarlo a mani nude per non rischiare di ustionarti.Lavora il torrone, staccandolo dal marmo, tiralo e allungalo con il coltello e la spatola, fino a quando si presta a essere lavorato. Una volta che il composto avrà perso elasticità e si staccherà facilmente dal piano è pronto. Basta lasciarlo raffreddare e poi tagliarlo a strisce o a rettangoli piccoli. Il torrone catanese va servito freddo e si conserva per diversi giorni se tenuto in un luogo fresco e asciutto. Per evitare che i pezzi si appiccichino è consigliabile non sovrapporli e metterli su un vassoio ricoperto di carta forno.

Curiosità sul dolce catanese

La festa di Sant’Agata padrona della città di Catania si svolge ogni anno dal 3 al 5 febbraio. Aggirandosi tra le bancarelle è possibile trovare il famoso torrone, di cui esistono versioni morbide e solide, ma anche al pistacchio e ai semi di sesamo detto terrone alla “ciciulena”. Oltre al torrone fanno parte dei dolci tipici catanese e delle feste agatine anche le olivette verdi, a base di pasta di mandorle e ricoperte di zucchero o cioccolato che nella forma e nel colore verde ricordano il frutto dell’olive.