I 5 scrittori Siciliani

I 5 scrittori Siciliani

La Sicilia è sempre stata, e continua ad essere, una terra densa di cultura ed arte. Chi ama questa isola non può non desiderare di conoscerne più da vicino la storia e le tradizioni, e il modo migliore per farlo è sicuramente quello di leggere le opere dei grandi scrittori siciliani che ne hanno raccontato l’animo più intimo e vero, presentando spaccati di vita che, per alcuni versi, risultano essere ancora estremamente attuali.
I 5 scrittori siciliani che hanno segnato la cultura italiana
La letteratura italiana deve molto ai grandi letterati siciliani, i cui scritti hanno contribuito fortemente ad arricchirne l’intero patrimonio culturale; basti pensare che la scuola poetica siciliana, in uso durante il Medio Evo nella corte di Federico II, è stata in assoluto la prima lingua letteraria italiana. Ma senza necessariamente andare così indietro nel tempo, sono moltissimi gli esempi di eccellenza che hanno caratterizzato la letteratura siciliana fino ai giorni nostri e che hanno dato vita a correnti letterarie che hanno segnato la storia culturale dell’intero Paese.

Giovanni Verga

Giovanni Verga e la sua famiglia
Quando si pensa agli scrittori siciliani, il pensiero corre immediatamente a Giovanni Verga, massimo esponente del verismo. Lo scrittore, nato nel 1840 in un paesino in provincia di Catania, ci ha lasciato in eredità opere straordinarie quali ‘I Malavoglia‘ e ‘Mastro don Gesualdo‘, che offrono al lettore una rappresentazione fedele e oggettiva di vita vera dove non mancano, però, sentimenti di partecipazione per il destino dei più umili.

Luigi Pirandello

Altro nome illustre legato indissolubilmente alla Sicilia è Luigi Pirandello, premio Nobel per la Letteratura nel 1934. Lo scrittore, a cui si devono gli straordinari capolavori ‘Il fu Mattia Pascal‘ e ‘Uno, nessuno, centomila‘, ha trattato nei suoi lavori temi estremamente moderni che fanno riflettere ancora oggi, primo fra tutti quello di essere intrappolati all’interno di ruoli che la società attribuisce ad ogni uomo e che causano, in quest’ultimo, la cosiddetta crisi dell’io.

Salvatore Quasimodo

Premio Nobel per la Letteratura nel 1959, Salvatore Quasimodo è un altro dei grandi scrittori nati in questa straordinaria terra. La sua opera, che occupa un posto di primaria importanza in campo poetico, ha contribuito a far nascere una nuova corrente letteraria, fatta di parole essenziali ma evocative. Quasimodo è, infatti, l’esponente più illustre della poesia ermetica, che nelle sue opere ‘Ed è subito sera‘ e ‘Dare e avere‘, tocca la massima espressione.

Giuseppe Tomasi di Lampedusa

Altro illustre per la Letteratura, Giuseppe Tomasi di Lampedusa è l’autore del capolavoro ‘Il Gattopardo’ che uscì postumo nel 1958, fu il primo libro a superare le 100mila copie vendute in Italia. A lui si deve una scrittura limpida e diretta delle contraddizioni politiche e sociali che caratterizzavano (e caratterizzano ancora oggi) la Sicilia.
Andrea Camilleri

Andrea Camilleri 

Arrivando, infine, ai giorni nostri non si può non citare Andrea Camilleri, dalla cui penna ha preso vita ‘Il Commissario Montalbano‘ e le sue innumerevoli avventure interpretate, nella trasposizione televisiva, dall’attore Luca Zingaretti.

<<< Scopri l’attore Catanese Angelo Musco >>>

,

2 risposte a “I 5 scrittori Siciliani”

  1. Errore! Giuseppe Tomasi di Lampedusa non ha vinto il nobel.
    Oltretutto, Tomasi di Lampedusa morì senza vedere pubblicato il Gattopardo, che uscì postumo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.