Cielo di Maggio 2021: sole, luna, costellazioni

Cielo di Maggio 2021: sole, luna, costellazioni

Ed eccoci tornati al nostro appuntamento mensile con l’osservazione del cielo, la sfera celeste, come viene chiamato in astronomia.
Anche questo mese questa guida sarà semplice, rivolta ai “non addetti ai lavori”. O meglio, a coloro che amano stare con il naso all’insù e godere di quella parte della natura che spesso è difficile da osservare per via dell’inquinamento luminoso.
Allora eccoci di nuovo a scrutare quello che succede nel cielo del mese di maggio 2021.

Il sole

Il Sole si trova nelle costellazione dell’Ariete fino a giorno 14 per poi passare in quella del Toro.
Giorno 1 maggio sorge alle 06:08 e tramonta alle 20:11
Giorno 15 maggio sorge alle 05:52 e tramonta alle 20:26
Giorno 31 maggio sorge alle 05:39 e tramonta alle 20:40
La durata della luce, in questo mese, aumenta complessivamente di 58 minuti,considerando valori medi tra quelli compresi tra il nord e il sud Italia.
luna cielo maggio

La luna

Le fasi lunari avverranno nelle seguenti date:
3 maggio- ultimo quarto
11 maggio- Luna nuova
19 maggio- primo quarto
26 maggio- Luna piena
 
La Luna piena del mese di maggio prende il nome di “ Luna del fiore” e in questa occasione si verificherà un’eclisse totale che , purtroppo, sarà visibile nella maggior parte della Terra ma non in Italia.

I pianeti

MARTE-  Si trova nella costellazione dei Gemelli
GIOVE E SATURNO saranno visibili nelle ore che precedono il sorgere del Sole. Saturno sorge quasi un’ora prima di Giove, a sud-est nella costellazione del Capricorno mentre Giove si muove nella costellazione dell’Acquario.
Saturno sarà in congiunzione con la Luna il 4 e il 31 maggio e Giove il cinque maggio.
VENERE E MERCURIO- Mercurio si troverà in congiunzione con la Luna la notte del 13 maggio, quando il nostro satellite avrà la forma di una sottile falce ma giorno 15 sarà il giorno migliore per osservarlo, al ovest, quasi due ore dopo il tramonto del Sole, in quanto raggiungerà la migliore visibilità di tutto l’anno. Occorre ricordare la difficoltà di vedere Mercurio perché, essendo così vicino al Sole, resta immerso e dunque indefinito, nella sua luce.
notte stellata
Il 28 maggio Mercurio e Venere  saranno molto vicini tra loro, nella costellazione del Toro.
La loro congiunzione, che avverrà la mattina del 29 maggio, non sarà visibile in Italia.
Venere nei primi giorni del mese si troverà nella costellazione dell’Ariete, dal 4 maggio passerà ne Toro e alla fine del mese sarà vicino alla costellazione dei Gemelli.
URANO E NETTUNO- Urano si trova nella costellazione dell’Ariete e non è visibile per la vicinanza al Sole mentre Nettuno, che si trova nella costellazione dell’Acquario, potrebbe essere osservato prima dell’alba però non a occhio nudo.
 

Le costellazioni

Delle costellazioni invernali restano visibili solo l’ Auriga e Gemelli tra ovest e nord-ovest, tutte le altre sono ormai tramontate.
A sud-est e sud-ovest ritroviamo invece, alte nel cielo, le costellazioni primaverili: Boote, la Vergine e il Leone. Le loro stellerispettivamente la grande e luminosa Arturo, Spica e Denebola formano il Triangolo primaverile. A sud ritroviamo anche Idra, Cratere e Bilancia.
Verso nord abbiamo le costellazioni del Drago e dell’Orsa Maggiore, più in basso, sotto l’orsa Minore osserviamo Cassiopea.
In tarda serata Arturo splenderà quasi allo zenit mentre, verso sud-est sorge un’altra stella tra le più brillanti del cielo: Antares nella costellazione dello Scorpione.
Verso est sorgono, la Lira, il Cigno e l’Aquila che, con le loro stelle, rispettivamente Vega, Deneb, Altair,  ci regaleranno il simbolo celeste delle nostre estati: Il sontuoso triangolo estivo.
Occorre comunque aspettare alcuni giorni, in piena estate, il triangolo apparirà alto sul nostro cielo in tutto il suo splendore.
alba con stelle
Meteore
Le meteore di Maggio sono le eta Aquaridi, resti della cometa di Halley, visibili nei primi giorni del mese ma lo spettacolo, alle nostre latitudini, è misero perché lo sciame interessa maggiormente l’emisfero australe.
Comunque, date le basse latitudini della Sicilia, intorno al 5-6 maggio,lo sciame meteorico potrà essere osservato, anche se non al massimo della sua attività, nelle ore che precedono l’alba in direzione della costellazione dell’Acquario.
 
Buona osservazione!

, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.