Sicurezza sul lavoro, il valore della mappa concettuale

Il ricorso a una mappa concettuale è una soluzione che può essere adottata anche in materia di sicurezza sul lavoro, specialmente nel contesto della formazione. Come noto, questo è uno strumento che può favorire un migliore apprendimento, in virtù della realizzazione di strutture cognitive che vengono rappresentate in maniera grafica, in abbinamento a specifiche parole…

11557 sicurezza lavoro

Il ricorso a una mappa concettuale è una soluzione che può essere adottata anche in materia di sicurezza sul lavoro, specialmente nel contesto della formazione. Come noto, questo è uno strumento che può favorire un migliore apprendimento, in virtù della realizzazione di strutture cognitive che vengono rappresentate in maniera grafica, in abbinamento a specifiche parole chiave. D’altro canto in tutte le imprese esistono delle relazioni e delle associazioni fra le diverse figure professionali, ciascuna delle quali ha un ruolo specifico. Sono figure che nella maggior parte dei casi vengono indicate attraverso dei simboli o degli acronimi, come avviene per i dirigenti, per i preposti, per i datori di lavoro, per i medici competenti, per i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, per gli addetti al servizio di prevenzione e protezione, e così via.

A cosa serve una mappa concettuale

In un’azienda, pertanto, ogni elemento può essere definito e articolato per mezzo di una mappa concettuale che varia a seconda delle esigenze. In un’impresa a conduzione familiare, o comunque poco strutturata, è lecito attendersi di avere a che fare con una organizzazione piuttosto elementare, costituita da pochi soggetti che hanno delle mansioni precise. Sono più numerosi, invece, i reparti produttivi di un’azienda più strutturata, per esempio con diverse sedi: in questo caso aumentano anche i fattori di rischio. In tale circostanza, allora, è probabile avere a che fare con uno staff di addetti che curano la sicurezza. Valutazioni simili, in base alle normative in vigore, rientrano in ogni caso fra le responsabilità del datore di lavoro.

Il compito del datore di lavoro

È proprio il datore di lavoro che, a partire dal suo giudizio insindacabile, si assume la completa responsabilità delle proprie decisioni; nel novero delle sue mansioni c’è anche quella che prevede di verificare il livello di adeguatezza dei soggetti chiamati a operare, non solo dal punto di vista numerico, ma anche per ciò che concerne le conoscenze e le competenze. Ecco a che cosa servono le mappe concettuali, allora: a definire con certezza i concetti e gli obiettivi prioritari che devono essere raggiunti. Così, per il datore di lavoro sarà più semplice svolgere tale attività senza problemi.

La prospettiva del datore di lavoro

Sono numerosi i concetti importanti che devono essere presi in considerazione dal datore di lavoro nel momento in cui è necessario strutturare e definire il team di lavoro. Egli si dovrà affidare proprio a questo team per una meticolosa ed efficace gestione della sicurezza aziendale. Stiamo parlando, insomma, di un passaggio la cui importanza non può essere trascurata, anche perché possono essere davvero gravi le conseguenze derivanti dalla decisione di puntare su persone non idonee, non solo per le ripercussioni economiche, ma anche per le responsabilità.

Come si redige una mappa concettuale

Non esiste un solo modello di mappa concettuale a cui si possa fare riferimento, in quanto gli esempi da cui prendere spunto sono molteplici: essi differiscono gli uni dagli altri in base alle tipologie di collegamenti, per esempio, ma anche per i nodi concettuali o a seconda della forma geometrica. In linea di massima, comunque, non è per niente complicato realizzare una mappa concettuale: prima di tutto, però, è indispensabile individuare le figure che non possono per alcun motivo mancare. Non solo il datore di lavoro, ma anche i lavoratori, il rappresentane dei lavoratori per la sicurezza e il responsabile del servizio di prevenzione e protezione.

Guida alla costruzione della mappa

In fase di strutturazione della mappa concettuale, per ogni figura individuata sarà indispensabile definire la mole di lavoro che le spetterà e la tipologia di mansioni a cui sarà assegnata. Per i lavoratori, per esempio, ci saranno delle procedure operative e degli orari da conoscere. Si potrà anche decidere di integrare le varie mappe, in modo da poter contare su una panoramica generale e al tempo stesso su un quadro dettagliato. Unire le mappe concettuali consente di gestirle in base alle esigenze.

La sicurezza sul lavoro con Sicurya

Per saperne di più in termini di sicurezza sul lavoro si può cliccare sul link https://sicurya.net/sicurezza-sul-lavoro/ e scoprire il sito di Sicurya, una realtà italiana specializzata in questo ambito. Si tratta di una società di matrice ingegneristica che ha visto la luce nel 2009 e che è operativa, tra l’altro, nel settore dei sistemi di gestione aziendale, nella tutela ambientale e in ambito antincendio. Sicurya è un’impresa di servizi professionali che mette a disposizione un ampio assortimento di soluzioni studiate su misura.