Chiesa dei Santi Cosma e Damiano

Chiesa dei Santi Cosma e Damiano

La chiesa dei Santi Cosma e Damiano di Catania è stata costruita per la prima volta nel 1557 e ha subito un rovinoso crollo più di cento anni dopo, nel 1693. Dopo questi avvenimenti, la ricostruzione della chiesa è stata rinviata al 1752: gli ultimi ritocchi effettuati sulla facciata, sul pavimento e sugli stucchi, risalgono al 1888.
Questa chiesa è dedicata alla memoria dei Santi Medici Cosma e Damiano, nati da Santa Teodora e periti sotto l’impero di Diocleziano: Cosma e Damiano erano due gemelli medici, che offrivano cure e guarigioni senza chiedere in cambio alcuna somma di danaro.

Chiesa dei Santi Cosma e Damiano di Catania: l’architettura

La facciata di questa chiesa appare piana e del tutto simmetrica, composta da lastre di pietre bianche calcaree: sono visibili ben due diversi ordini, ciascuno contenente una diversa porta. Nel primo ordine è possibile osservare un unico portone, arricchito da entrambi i lati con due colonne trabeate sporgenti dal muro in pietra.
Al secondo ordine è invece presente una finestra perfettamente corrispondente alla posizione sottostante del portone, contornata superiormente da un arco e lateralmente dalla prosecuzione delle trabeate sottostanti, simili a colonne in rilievo.
Al di sopra del secondo ordine è presente il frontone: esso appare dentellato e decorato con piccoli dislivelli nella pietra circostante e del tutto privo di lucernario centrale. Il campanile si erge sulla destra dell’asse centrale della chiesa, parecchio arretrato rispetto alla direzione della facciata: esso prosegue il motivo in pietra bianca e termina con uno spigolo.
In cima, al di sopra del frontone e sul tetto spiovente della chiesa, è presente una croce decorativa classica, di metallo, aggiunta in un secondo momento rispetto alla costruzione originale della struttura.

Chiesa dei Santi Cosma e Damiano di Catania: la piantina

Chiesa dei Santi Cosma e Damiano catania
Per quanto riguarda la pianta della chiesa, questa risulta a base rettangolare, e il progetto planimetrico prevede un’aula unica, priva di navate laterali.
La navata centrale è preceduta, all’ingresso da un imponente vestibolo che ospita una cantoria decorata di poco sporgente, sorretta da otto colonne a fusto liscio, organizzate in una composizione a serliane, a formare un arco nella parte sovrastante.
Chiesa dei Santi Cosma
Proseguendo verso l’altare, la navata appare priva di colonne laterali, ma arricchita da due archi per lato a formare quattro nicchie semicircolari incassate, contenenti immagini sacre e statue di culto. É presente inoltre un presbiterio di pianta rettangolare, che si mostra rialzato e delimitato da un arco, a sostegno dell’abside semicircolare che lo sovrasta.

<<<<Scopriamo la Chiesa di Santa Maria della Salette Catania>>>>

Chiesa di Santa Maria della Salette

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.