Catania barocco

0
165
Catania barocco
- Pubblicità -
Lo stile barocco a Catania nasce nel 1693. Devi sapere che in quel periodo due catastrofi hanno obbligato la popolazione a spostare l’intera città e ricostruirsi da un’altra parte, questi eventi sono l’eruzione dell’Etna e il terremoto del Val di Noto. Per barocco, immaginerai, si intende un fenomeno complesso, infatti non era solo uno stile di architettura o artistico, ma deriva da un momento culturale e storico, dove chi commissionava un’opera era una persona altolocata e benestante. Nelle opere barocche era presente quel tocco di ricchezza, regalità e ispirazione spirituale mai vista in precedenza. Quindi l’era del barocco si può riassumere solo con una parola: ricostruzione.

Catania Barocco: un fascino antico

piazza università catania
Il fascino barocco della città di Catania durante l’inverno non ha rivali, poiché riesce a raggiungere toni molto fiabeschi, lo apprezzerai lo stesso anche in estate. Piazza Duomo, il patrimonio dell’Unesco la trovi racchiusa tra tutta la splendida architettura della città, con il suo elefantino è come se raccontasse leggende e magia. Questo animaletto dal 1239 è il simbolo ufficiale della città. Al centro di Piazza Duomo troverai nella sua maestosità l’obelisco egizio proveniente da Syene: che racconta con le sue otto facce la dea Iside. Devi sapere che i catanesi hanno dato un nome al loro elefantino: Liotru, che nel dialetto indica il mago Diodoro, vissuto nel VIII secolo, che trasformava gli uomini in animali. Questo mago viaggiava con un elefantino e per questo i catanesi decisero di rappresentarlo in pietra lavica, con la credenza di scongiurare i pericoli portati dal pericoloso vulcano: l’Etna.
***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***
 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui