Ostriche proprietà nutrizionali

Ostriche proprietà nutrizionali e idee per cucinarle

Ostriche proprietà nutrizionali e idee per cucinarle: piccola guida per saperne di più.
Adoro le ostriche, sul serio, sono ottime e fanno bene alla salute. Sanno di mare e sono davvero buonissime. Sì hanno un aspetto viscido, in realtà non lo sono, e occorre superare la diffidenza iniziale.
Fanno parte della famiglia delle Ostreidae, classe dei Bivalvi, e sono fra i crostacei più pregiati del mondo (ve ne sarete accorti dal prezzo). Non tutte producono perle e generalmente questa tipologia si alleva.

Ostriche proprietà nutrizionali

Ecco quali sono i valori nutrizionali delle ostriche:

Ostriche proprietà nutrizionali e idee per cucinarle

  • Acqua 85.7g
  • Proteine 10.2g
  • Lipidi 0.9g
  • Colesterolo 150.0mg
  • Carboidrati 5.4g
  • Glicogeno 4.5g
  • Zuccheri solubili 0.9g
  • Energia 69.0kcal
  • Sodio 510.0mg
  • Potassio 260.0mg
  • Ferro 6.0mg
  • Calcio 186.0mg
  • Fosforo 267.0mg
  • Tiamina 0.10mg
  • Riboflavina 0.20mg
  • Niacina 1.5mg
  • Vitamina A 75.0 µg

Sono dunque ricche di proteine e sali minerali, ma abbondano anche di colesterolo quindi è bene limitarsi nel consumo.
Sono ottime contro l’anemia, per rafforzare unghie e capelli e per rinvigorire la sessualità.
E’ bene fare attenzione, le ostriche devono essere di provenienza certificata ed esigete che le aprano sul mondo di modo da verificare che siano fresche, diversamente potreste trovarvi ad avere a che fare con batteri ed intossicazioni.
Sono sconsigliate alle donne in gravidanza.

Ostriche: idee per cucinarle

In primis c’è da dire che sia che le consumiate crude sia che le consumiate cotte il guscio va ben pulito e spazzolato.
Una volta che sono aperte si possono gustare crude con pepe e limone, oppure si possono fare gratinate, versando su ciascun mezzo guscio contente l’ostrica un impasto di pepe, prezzemolo tritato, olio evo e pane grattugiato, s’infornano per pochi minuti ed è fatta.
Si possono condire con la guacamole oppure si possono fare al vapore, vanno spazzolate ed aperte quindi poste nel cestello della cottura a vapore (versate un bicchiere di vino nell’acqua). Coprite le ostriche e fatele cuocere per dieci minuti. Condite con un emulsione di olio evo, limone e pepe.
Se invece volete friggerle, lavatele, apritele estraetele e ponetele nella pastella (uovo, farina e pepe). Quindi friggetele in olio caldo e servitele con una salsa piccante o delicata a piacere. Con la farina di riso vengono più leggere.
Piccola video istruzione per aiutarvi ad aprirle: https://www.youtube.com/watch?v=a18JRRJhXoA

<<<<Scopri le ricette di CataniaBlog>>>>


Pubblicato

in

,

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *