Bevande estive: le ricette da servire in terrazzo

Con l’arrivo dell’estate, si sa, cambiano le nostre abitudini, la nostra alimentazione, i nostri orari ed è giusto così. Si riaprono le case di villeggiatura: mare, montagna ma anche in città chi ha balconi ampi o terrazze li arreda affinché possa trascorrere del tempo all’aperto e nelle ore più fresche della giornata. Anche i fiori diventano i protagonisti di…

Bevande estive

Con l’arrivo dell’estate, si sa, cambiano le nostre abitudini, la nostra alimentazione, i nostri orari ed è giusto così.
Si riaprono le case di villeggiatura: mare, montagna ma anche in città chi ha balconi ampi o terrazze li arreda affinché possa trascorrere del tempo all’aperto e nelle ore più fresche della giornata.
Anche i fiori diventano i protagonisti di questi momenti e il nostro piccolo orto sul balcone, che è stato trattato in tanti articoli su questo blog, sarà non soltanto utile ma anche decorativo.
Bevande estive
Questi angoli verdi non daranno solo bellezza ed eleganza ma sprigioneranno anche una sensazione di relax come solo la natura sa regalare.
E se vengono i nostri amici, i parenti, i vicini di casa? Niente di più bello che un ricevimento all’aria aperta.
Ma, cosa offrire in queste occasioni?
Non di certo il cuore caldo tipico dell’inverno, possiamo ancora mettere sui nostri vassoi qualche fetta di ciambella o di crostata o dei muffin, ma soprattutto prepariamo, per i nostri ospiti, della macedonia frutta fresca intera come le ciliegie e delle bibite fai da te, dunque poco gassate e dolcificate ma leggere e naturali e al tempo stesso facili  veloci da fare.
Ricordiamoci che e bibite che troviamo in commercio sono ricche di zuccheri raffinati, aromatizzanti, conservanti e tanti altri ingredienti artificiali.
I nostri ospiti ce ne saranno grati e di certo, piacevolmente sorpresi.
Passiamo dunque alle idee.
Bevande estive: te’ alla pesca
Si potrebbero scrivere interi libri su questa bevanda, nel nostro blog abbiamo parlato dei suoi benefici, prepararlo freddo per poi offrirlo al naturale (in questo caso lo preferisco leggermente zuccherato) è semplice e sempre ben accetto ma con il tè possiamo sbizzarrirci.
Ad esempio possiamo preparare il TÈ ALLA PESCA seguendo le indicazioni di Lucia Cuffaro.
te alla pesca
INGREDIENTI

  • Due Pesche mature
  • Un litro di acqua
  • Due cucchiai di zucchero di canna
  • Due cucchiai di tè in foglia

Utilizzare pesche molto mature e succose, preferibilmente biologiche, tagliarle a pezzetti e bollirle in acqua per 20 minuti con il coperchio affinché il liquido non evapori, poi, togliere le pesche( che si potranno anche mangiare) e nella stessa acqua versare le foglie di , Lucia specifica che, se lo compriamo in erboristeria, si risparmia fino al 60% e si evitano imballaggi vari portando benefici all’ambiente.
Adesso si aggiunge lo zucchero di canna e si lascia il tutto in infusione per 3-4 minuti, poi si filtra e si lascia raffreddare.
Mettere il tè in frigo per minimo due ore, poi lo potremo servire e, come consiglia la nostra esperta, accompagnarlo con una fettina di pesca o, se gradita, una fogliolina di menta.
Lucia suggerisce anche l’idea di offrirlo, oltre che in un bicchiere, anche in un barattolo, secondo la moda del momento.

Bevande estive: succo di frutta

Anche per il succo di frutta possiamo usare il metodo “fai da te”, i vantaggi e i benefici di un prodotto fatto in casa sono unici.
Pure adesso ho utilizzato un video di LUCIA CUFFARO che possiamo rivedere all’occorrenza qualora, in corso d’opera, dovessero assalirci dubbi o vedere le modalità d’esecuzione.
Succo di frutta
In questo caso il succo è di mela ma possiamo cambiare il frutto a nostro piacimento, sempre seguendo queste preziose guide.
Ingredienti
2 l di acqua
1 kg di mele
2 limoni
4 cucchiai rasi di zucchero di canna
Sbucciare e tagliuzzare le mele, aggiungere lo zucchero e l’acqua e poi mettere il tutto in una pentola con il coperchio e fare bollire per mezz’ora-quaranta minuti.
Solo a fine cottura aggiungere il succo dei due limoni, farli bollire per tanto tempo, infatti, danneggerebbe le vitamine che contiene.
Adesso frulliamo il composto che abbiamo ottenuto che naturalmente,alla fine non dovrà contenere pezzetti di mela, ma sarà facile renderlo omogeneo perché la bollitura ha già spappolato la frutta in questione.
IL succo è già pronto, mettiamolo in una bottiglia di vetro o in più barattoli a secondo la capienza ma l’importante è che siano ben STERILIZZATI e asciutti.
Le mie ricerche continuano con FATTO IN CASA DA BENEDETTA che ci consiglia di utilizzare tappi sempre nuovi e che ci suggerisce di travasare il succo ancora caldo, capovolgere le bottiglie (o i barattoli) e lasciarli così finché non si raffreddano del tutto.
Adesso possiamo riporre il nostro succo in frigo e possiamo consumarlo nell’arco di una settimana.
Bene, il nostro tavolino all’aperto si sta arricchendo di bibite naturali ed economiche.
A presto con altre idee e intanto BUONA ESTATE.


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *