Le origini dell’8 marzo

Le origini dell’8 marzo

La festa delle donne 8 Marzo

Ogni anno, più o meno dai primi del 1900, è stata istituita la giornata internazionale della donna o, come più comunemente chiamata in Italia, festa della donna.
Le radici di tale ricorrenza si devono alla nascita di movimenti femministi che, sempre con più forza, tramite manifestazioni ed accordi con i sindacati riuscirono ad affermare la figura della donna nel panorama sociale, sradicandola dal luogo comune che la rappresentava come madre, casalinga e moglie alle dipendenze della figura maschile.
Partiamo dal presupposto che descrivere la giornata dell’8 marzo come una comune festa non è proprio esatto, poiché, in questo giorno designato per la commemorazione delle donne vengono ricordate tutte le conquiste che le stesse hanno fatto in campo sociale, economico e lavorativo, ma anche, purtroppo, tutte le violenze e le discriminazioni che le stesse hanno subito e che, ancora oggi, sono molto comuni.

I motivi per cui festeggiare la festa delle donne

Per non dimenticare quanto accaduto

festa delle donne
I “festeggiamenti” connessi alla ricorrenza della giornata internazionale delle donne servono per comprendere che ciò che è stato guadagnato con il tempo e che non deve essere perduto, anzi, bisogna ancor di più riconoscere maggiori diritti alle donne che, ogni giorno, lottano per essere rispettate al pari degli uomini.
Bisogna festeggiare per ricordare ogni donna che ha sofferto per i maltrattamenti subiti, per quella che, invece, con tanto impegno si è affermata in campo lavorativo, per quella che è riuscita a fare delle scoperte scientifiche di grande rilievo tanto da farle vincere premi internazionale, per quella donna che, invece, ha deciso di prendersi cura della propria famiglia, amando i propri figli ed il proprio marito.
Da quanto detto si evince che ogni donna è eclettica, sensibile e con uno scopo nella vita.
Proprio per questi motivi occorre festeggiare ogni donna, perché essa, sin da tempi risalenti, ha sempre dovuto farsi strada in un mondo fatto di barriere ed ostilità che spesso non le hanno permesso di brillare per come avrebbe dovuto.
Le donne, quindi, vanno festeggiate proprio perché sono coraggiose, tenaci, piene di vita, sensibili ed orgogliose allo stesso tempo, esse, sono passione che vive e che travolge con uno solo sguardo.
Ancora, la festa della donna va festeggiata perché è proprio dalla donna che nasce la vita, ed è lei che non abbandona mai, nemmeno quando viene trattata male.Conclusione

Le donne vanno amate

Come si vede, vi sono tantissime ragioni e motivi per cui amare ogni donna; al contrario, non ve n’è alcuna per non amarla.
Tutte le donne meritano di essere rispettate e di realizzare i propri sogni; nessuna, invece, merita di vedere rovinata la propria vita ed il proprio futuro.
Proprio per tali ragioni la festa della donna non deve essere sminuita e ridotta ad un luogo comune, bensì deve essere festeggiata, in onore di ogni donna che arricchisce la nostra vita.
***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.