falsomagro alla catanese

Falsomagro alla catanese

Il Falsomagro alla catanese è un arrotolato di vitello invitante e saporito tipico della cucina siciliana

che prevede delle diverse farciture a seconda della provincia. È una ricetta un po’ complicata ma che gustandola ripaga di tutto.

Ingredienti per 5/6 persone

Fesa di vitello in un unica fetta 900 g
Mortadella 70 g
Prosciutto cotto 70g
Pane grattugiato 60 g
Pecorino 70 g
Strutto 20 g
Uova 3
Passata di pomodoro 750 g
Concentrato 3 cucchiai
Vino rosso
Cipolla
Piselli
Olio extravergine di oliva
Sale e pepe
Procedimento
Il Falsomagro alla catanese procedimento 1
Grattugiate il pecorino e unitelo al pane e sciogliete lo strutto. Prendete la fetta di vitello e mettetela tra due fogli di carta forno e appiattitela un po’ con il batticarne.
Togliete il foglio di carta sopra e spennellate la carne con lo strutto. Cospargete metà del pecorino e poi stendete le fette di prosciutto e mortadella facendo attenzione a coprire uniformemente la carne e lasciando almeno due centimetri vuoti sui bordi. Mettete le uova sode da un lato e arrotolate la carne ben stretta. Legatela con dello spago e cucite le estremità con ago e filo per evitare che esca il ripieno.
In un tegame abbastanza capiente fate soffriggere una cipolla tritata con un po’ di olio extravergine d’oliva, aggiungete il falsomagro e fatelo rosolare bene su tutti i lati. Sfumate il falsomagro con il vino e quando sarà evaporato aggiungete la passata, il concentrato e mezzo bicchiere d’acqua. Aggiustare di sale e di pepe e fate cuocere per un’ora abbondante rigirandolo il falsomagro e bagnandolo con il suo sugo. Se notate che si asciuga troppo aggiungete un po’ di acqua. Aggiungete i piselli surgelati e procedete la cottura per altri 15 minuti. Assaggiate il sughetto per controllare che i piselli siano cotti e se necessario aggiustate di sale.
Lasciate raffreddare e affettate il falsomagro che servirete freddo o tiepido accompagnato con il suo sughetto bello caldo.

<<<<Scopri le ricette di CataniaBlog>>>>

Pubblicato

in

,

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *