Cartocciata Catanese

Catania è una città famosa per la sua grande varietà in materia di tavola calda, in questa città non ci sono soltanto gli arancini, come in molte altre località siciliane, ma anche le cipolline, le crispelle e la cartocciata, la ricetta di oggi parliamo della Cartocciata Catanese. La cartocciata equivale al calzone delle altre città…

cartocciata catanese

Catania è una città famosa per la sua grande varietà in materia di tavola calda,

in questa città non ci sono soltanto gli arancini, come in molte altre località siciliane, ma anche le cipolline, le crispelle e la cartocciata, la ricetta di oggi parliamo della Cartocciata Catanese.
La cartocciata equivale al calzone delle altre città siciliane, ma la pasta con la quale si realizza non ha niente a che vedere con l’impasto della pizza, bensì è molto più morbida. Solitamente, nella sua versione classica, il ripieno è a base di pomodoro, mozzarella, prosciutto cotto e olive nere, ma naturalmente ognuno può farcirla come più preferisce e infatti le varianti sono molteplici, a cominciare da quella con il ripieno di melanzane.
Ingredienti della Cartocciata Catanese
Con un chilo di farina, quantità utile per realizzare poco meno di 20 cartocciate, occorrono 500 millilitri di acqua,
150 grammi di strutto,
70 grammi di zucchero,
25 grammi di lievito di birra,
25 grammi di sale,
inoltre secondo necessità olio, latte e uovo. Con l’unica accortezza di controbilanciare l’umidità della farina con l’acqua, diminuendone se serve la quantità.
Preparazione della Cartocciata Catanese
cartocciata
Facendo sciogliere il lievito in acqua tiepida, si aggiunge poco a poco la farina e man mano che si va avanti con l’impasto anche lo zucchero e il sale. L’impasto alla fine deve risultare morbido, compatto e omogeneo e solo a quel punto lo si lascia riposare per circa 1 ora e 30 minuti, rimpastandolo a metà del tempo.
Quando il preparato è pronto lo si stende e successivamente si ritagliano dei cerchi di circa 15 centimetri di diametro che saranno le cartocciate, con un pennello passare sui bordi l’uovo, riempire la pasta con il ripieno e una volta chiusa e spennellata nuovamente, far cuocere per 15 minuti in un forno a 200 gradi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *