Calcio Catania torna a sorridere: 3-1 al Turris

Calcio Catania torna a sorridere: 3-1 al Turris

Settimane intense quelle del Calcio Catania, sempre afflitto dai problemi societari e uscente da alcuni match non proprio fortunati. Prima il pareggio col Messina, che naviga nella parti basse della classifica, poi la sconfitta col Monopoli, prima del pari (positivo, dato che si affrontava la capolista) col Bari, che però fruttava un misero punto. Poi nuovamente la sconfitta col Catanzaro e infine un nuovo pareggio col Fidelis Andria. Insomma, un lungo passaggio a vuoto per gli uomini di Baldini, che nelle ultime 5 gare avevano raccolto solo 3 punti
Un risultato che aveva complicato non poco la classifica dei rossazzurri, che prima di stasera – complici anche i punti di penalizzazione imposti a causa delle questioni societarie – era tornato a vedere da vicino il fondo della classifica. Vanificata dunque ormai in parte la buona striscia di risultati collezionati sul finire del girone. Un campionato irrimediabilmente compromesso dalla Sigi, colpevole senza appello del momento difficile di una squadra capace ancora però di diversi colpi di reni. Gli uomini di Baldini hanno quindi imposto una sconfitta netta per 3 a 1 al Turris, oltretutto fuori casa. Questo non vuol dire che l’avversario non sia stato ostico o che la gara sia stata in discesa, col Catania che solo nel secondo tempo è riuscito a ad avere la meglio. La metà dei gol oltretutto, due su quattro, sono arrivati solo oltre il 90′, con le squadre ormai stanche.

Turris Catania 1-3 il tabellino

MARCATORI: 54′ Albertini, 65′ Moro, 91′ Ghislandi, 97′ Zanchi
TURRIS (3-5-2): Perina; Manzi, Sbraga (92′ Nocerino), Esempio; Ghislandi, Franco (76′ Bordo), Zampa, Tascone, Loreto (76′ Nunziante); Giannone (76′ Pavone), Leonetti (76′ Longo). A disp.: Abagnale, Colantuono, Di Nunzio, Zanoni, Iglio, Santaniello. All. Caneo.
CATANIA (4-3-3): Sala; Albertini, Monteagudo, Lorenzini, Pinto; Cataldi (87′ Izco), Rosaia, Simonetti (61′ Provenzano); Greco (81′ Zanchi), Moro (81′ Sipos), Biondi (87′ Russotto). A disp.: Stancampiano, Ercolani, Claiton, Ropolo, Bianco, Piccolo, Russini. All. Baldini.
ARBITRO: Bitonti di Bologna (Basile-Niedda).

Turris Catania intervista Baldini

Sicuramente felice il tecnico dei rossazzurri Baldini, che d’altronde non può che essere soddisfatto dei suoi uomini che hanno inflitto un pesante k.o. a una squadra sesta in classifica: «Oggi i ragazzi hanno fatto una grande prestazione davanti ad una squadra veramente forte. Avevo detto che il pareggio di Andria sarebbe stato importante se oggi avessimo fatto una grande prestazione, così è stato. Sono orgoglioso di questi ragazzi. Sentirsi chiamati ‘falliti’ aumenta la cattiveria agonistica. Non era facile giocare su questo campo, ma siamo stati compatti e tosti. Sono veramente contento ed orgoglioso. La Turris è una delle squadre più forti del campionato e che gioca meglio. È stata una partita a viso aperto, così come l’andata.» Stando alle parole del mister, il segreto di questa vittoria come di altre è nel «carattere dei ragazzi. Non siamo forti quanto il Bari, il Catanzaro o la Turris, ma a livello di prestazione questa squadra non ha paura di nessuno. Partita fatta in modo importante.»
calcio catania logo
Rimane ancora qualcosa da migliorare, però: « L’errore c’è stato in occasione del gol. Mi dispiace che Moro sia stato messo in discussione. Si tratta di un ragazzo pulito, così come Greco, che darà il 100% fino alla fine. In campo c’erano tanti giovincelli, ma i vecchi stanno trascinando questa squadra, vedi Russotto che è stato fondamentale. Abbiamo alcuni giocatori con acciacchi, vedi Russini, Piccolo e Claiton, ho preferito preservarli in vista della gara col Picerno».
Infine, un piccolo sassolino nella scarpa riguardante gli 89 tifosi rossazzurri presenti: « Fanno male alcune cose lette questa settimana, scritte da persone che magari vivono a Trento senza conoscere la situazione. In questo momento la squadra sta remando forte, con noi ci sono sulla barca lo staff tecnico, chi lavora a Torre del Grifo ed i nostri tifosi. Chi scrive queste cose fa del male, perché abbiamo una squadra giovane che vive fra mille difficoltà. Accetto tutto, ma la polemica dannosa, scritta da gente che vive magari a Trento, è qualcosa di vergognoso!»

Torna al gol Luca Moro e risponde alle polemiche

Giornata positiva anche per il giovane talento Luca Moro, rilevato oltretutto nel corso della sessione invernale ma ancora a disposizione degli etnei fino a giugno. Dopo qualche giornata all’asciutto erano arrivate le prime critiche dopo un campionato straordinario, alle quali il giovane Luca ha così replicato: «Alle critiche ho risposto sul campo come preferisco io anzichè usare le parole. Anche se ho firmato per il Sassuolo continuerò a dare il massimo per il Catania fino alla fine della stagione. Non è facile giocare ogni tre giorni ma bisogna adattarsi. Sono contento per l’assist ma anche per il mio gol di testa. Catania più bello o concreto contro la Turris? Siamo usciti dal basso con coraggio contro la Turris ed è bello per i tifosi che sono venuti aver vinto in trasferta. Adesso vorrei raggiungere due record: quello di gol di Spinesi in una stagione in maglia rossazzurra e quello di Serie C per maggior numero di reti.»
partite del Calcio Catania


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.