Ricetta Pasta e fagioli – Pasta ca triaca

La Pasta e fagioli-Pasta ca Triaca La Pasta ca triaca nonché la pasta con i fagioli è una tipica ricetta siciliana della zona del catanese. La ricetta in questione sembra un piatto invernale ma in realtà non lo è, infatti la triaca sono i fagioli freschi che troviamo facilmente in estate. La ricetta è molto…

pasta con fagioli

La Pasta e fagioli-Pasta ca Triaca

La Pasta ca triaca nonché la pasta con i fagioli è una tipica ricetta siciliana della zona del catanese. La ricetta in questione sembra un piatto invernale ma in realtà non lo è, infatti la triaca sono i fagioli freschi che troviamo facilmente in estate.
La ricetta è molto semplice da realizzare, infatti prevede solamente la cottura dei fagioli, della cipolla e del pomodoro, anche se è possibile aggiungere del sedano con delle carote per un sapore più deciso.
Solitamente alla pasta ca triaca è possibile aggiungere la zucchina dei tenerumi, che ha una forma lunga e stretta tipica del luogo.
Questo piatto catanese viene anche denominato “pasta ca fasuola ‘ncirata” perché a fine cottura, sulla superficie dei fagioli si forma una sottilissima patina lucida.Procedimento per la preparazione
Per realizzare la Pasta ca Triaca per 4 persone servono:
500 gr di pasta,
1 kg di fagioli freschi,
una cipolla bianca,
400 gr di pomodori,
sale,
pepe e olio extravergine d’oliva.
fagioli
Per preparare questo piatto bisogna sgusciare e lavare i fagioli freschi e poi metterli in pentola. I fagioli dovranno essere ricoperti di acqua, ed accompagnati anche da una cipolla affettata e da dei pomodori freschi. Il tutto dovrà cuocere per quasi 1 ora e mezza, fino a quando non saranno cotti. Per chi volesse aggiungere la zucchina dei tenerumi dovrà inserirla a metà cottura, quindi anche questa dovrà essere pelata e tagliata a tocchetti.
Quando i fagioli saranno cotti dovranno essere salati. A questo punto è possibile portare la pasta a cottura, solitamente vengono consigliati i ditali rigati, aggiustandola di sale e pepe e condendola con un filo di olio.
Questo piatto può essere servito sia caldo, che tiepido o anche addirittura freddo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *