Progetti per Catania con la democrazia partecipata

Progetti per Catania con la democrazia partecipata

Nonostante non stia attraversando il periodo più semplice della sua recente storia, con l’emergenza rifiuti che torna a manifestarsi ogni tot e la confusione politica, la cittadina etnea vive anche di sussulti che la scuotono dal torpore. Qualche settimana fa è stato il turno di Plastic Free e del murale green di molte realtà ambientaliste. Stavolta la spinta a portare avanti progetti per Catania arriva direttamente dall’Amministrazione Comunale, che ha dato il via all’attività di “democrazia partecipata” per l’anno 2022. Scopo dell’iniziativa è il coinvolgimento della cittadinanza, per l’anno 2022 per la scelta di iniziative di interesse comune.

Si tratta di in realtà di quanto disposto dalla Legge Regionale n.5 del 28/01/14 (art.6 c.1), la quale ha introdotto in favore dei Comuni una compartecipazione ai proventi derivanti dalla riscossione dell’Imposta IRPEF, con obbligo di utilizzare tali assegnazioni finanziarie (in misura non inferiore al 2%) per la realizzazione di azioni da individuare mediante procedure di “democrazia partecipata”, che prevedano il coinvolgimento della cittadinanza nelle scelte di governo del territorio. 

teatro massimo

Progetti per Catania: prescrizioni e ambiti tematici

A questo proposito, innovando rispetto alle analoghe iniziative degli anni scorsi, il Comune ha pubblicato un avviso sul sito istituzionale https://www.comune.catania.it/informazioni/avvisi/avvisi-2022/default.aspx?news=84895 con cui si invitano cittadini e/o associazioni, comitati residenti o con sede nel territorio comunale di Catania, a elaborare e presentare proposte e idee progettuali per la realizzazione di interventi specifici, cui destinare l’utilizzo delle risorse relative ai citati trasferimenti regionali, in conformità alle prescrizioni, di seguito indicate:

Per l’esecuzione dei progetti individuati attraverso il percorso partecipativo, nelle more della determinazione del 2% dei trasferimenti regionali di parte corrente dell’anno in corso, facendo riferimento all’anno 2021, il budget disponibile è fissato in circa 200 mila euro. Possono presentare proposte progettuali tutte le persone fisiche, residenti nel territorio comunale e che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età, alla data di pubblicazione del presente Avviso, nonché le associazioni, i comitati e tutti gli organismi di rappresentanza collettiva che abbiano sede legale e operativa nel territorio di questo Comune.

Gli Ambiti Tematici, oggetto delle proposte progettuali da formulare, sono stati così individuati:

  1. Tutela dell’Ambiente
  2. Controllo del Territorio
  3. Attività Sportive e Culturali
  4. Spazi Verdi e Arredo Urbano
  5. Sviluppo Economico e Turistico
  6. Valorizzazione delle aree destinate alla vivibilità urbana.

Progetti per Catania, una sola scheda di partecipazione

Ogni soggetto, potrà presentare una sola scheda di partecipazione, indicando una singola proposta, osservazione o progetto, esclusivamente mediante l’utilizzo della Scheda di partecipazione, allegata a questo Avviso, che potrà anche essere ritirata presso l’Ufficio per le Relazioni con il Pubblico nella sede Municipale o scaricata direttamente da questo avviso. Tale scheda potrà essere inviata tramite posta elettronica certificata, all’indirizzo: comune.catania@pec.it a mezzo raccomandata o consegnata direttamente all’Ufficio Protocollo Generale di Palazzo degli Elefanti, entro e non oltre le ore 12,00 del 10 ottobre 2022.

castello ursino

Non saranno ammesse le proposte in contrasto con norme di legge, statuto o regolamento e incompatibili con atti già approvati dall’Ente; quelle presentate fuori termine e quelle non formalizzate sull’apposita scheda predisposta. Le proposte progettuali ritenute idonee, verranno rese note alla cittadinanza, che successivamente potrà esprimere la preferenza attraverso una votazione on-line o presso gli uffici comunali che verranno preventivamente individuati. In esito alla consultazione cittadina, verrà redatta una graduatoria di merito delle proposte progettuali ammesse, per l’utilizzo delle risorse disponibili per l’esecuzione del progetto o dei progetti vincitori.

Riqualificazione del polo sportivo di quartiere nel villaggio Sant’Agata

Altra iniziativa per la città avrà inizio martedì 13 settembre alle ore 10,30, quando inizieranno ufficialmente i lavori per riqualificare il polo sportivo di quartiere nel villaggio Sant’Agata. Obiettivo, a conclusione del complesso iter di appalto e affidamento dei lavori del progetto esecutivo , è quello di fare risorgere il piccolo Centro Polisportivo, inutilizzabile da oltre un decennio per via delle fatiscenti condizioni in cui si trovano gli impianti.

Lo spazio da riqualificare è ampio oltre 2.500 mq. e si trova in uno dei quartieri maggiormente disagiati, il Villaggio Sant’Agata, un cantiere appaltato all’impresa Tixe di Siracusa, mediante gara digitale sul mercato elettronico curata dal servizio comunale “Green e Sport” della Direzione Politiche Comunitarie e finanziato coi fondi comunitari del Pon Metro, per un impegno di spesa complessivo di 643.421,95 euro.

Previsto il completo rifacimento del campo da calcio a 5 e dell’area sede dei campi da basket e da tennis; una nuova area giochi per bambini con una zona fitness anche al coperto; ma anche la risistemazione complessiva dello spazio del parco limitrofo a via Fellini. Una rigenerazione mirata a rendere fruibili gli spazi anche alle fasce di popolazione più deboli quali disabili, anziani e bambini, con elementi di arredo urbano sostenibili a livello ambientale. Prevista anche posa in opera di innovativi alberi digitali capaci di produrre energia fotovoltaica, panchine smart con annesse zone wifi, un impianto di illuminazione e un sistema di videosorveglianza con telecamere.

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.