Un edificio religioso in una piazza storica: Piazza Santa Maria di Gesù

0
203
piazza santa maria di gesù
- Pubblicità -
Piazza Santa Maria di Gesù a Catania è non solo una piazza ben collegata e prossima a numerose attività commerciali, ma anche un luogo in cui viene conservata gelosamente una grande fetta di storia catanese e, in generale, italiana. A nord della piazza, infatti, vi è un’omonima chiesa.
La chiesa è stata edificata per la prima volta nel XV secolo, anche se le sue radici sono più antiche di ben 200 anni. Esattamente nel punto in cui attualmente vi è l’edificio ecclesiastico, infatti, vi era una piccola cappella afferente a un convento dei frati francescani, ora scomparso.Da cappella a chiesa
La ragione per cui nella zona vi era una cappella dei frati francescani è da attibuire al ruolo attribuito all’area, la quale era sede di molte opere funebri.
chiesa di santa maria di gesù a catania
La situazione cambiò drasticamente con l’edificazione della chiesa la quale, in seguito alla consacrazione, fu decorata più volte nel tempo. Tra gli elementi decorativi della chiesa, ad esempio, non si può non citare “La Madonna col bambino” di Antonello Gagini, esponente del rinascimento siciliano. Tuttavia, nel 1693 la chiesa fu distrutta da un terremoto, e fu necessario ricostruirla.

Altri elementi della Piazza Santa Maria di Gesù

Proprio in seguito alla ricostruzione che seguì il terremoto del 1693, la chiesa ottenne l’aspetto oggi noto. In precedenza, infatti, la facciata dell’edificio era completamente diversa, e non vi sono molti reperti che ne indicano la vecchia composizione. Oggi, comunque, la facciata è in stile romano, mentre le superfici laterali presentano l’alternanza di pietre bianche e di pietre di basalto nero.
Al centro della Piazza Santa Maria di Gesù vi è una grande fontana monumentale, ma non è chiaro se essa ha a che fare con la chiesa. Inoltre, tutta la piazza è stata di recente protagonista di una ristrutturazione che ha interessato non solo la pavimentazione ma anche i canali di scolo, per evitare l’allagamento – in passato frequente – durante le piogge.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here