La Storia di Catania

0
1305
La Storia di Catania
- Pubblicità -
La Storia di Catania: Tra le città più affascinanti tra quelle che l’Italia ha da offrire spicca sicuramente Catania, che non a caso è una delle mete più gettonate tra le realtà siciliane. Se stai pensando di recarti nella città etnea, vale la pena scoprire quella che è la sua storia, in modo da poter apprezzare ancora di più quel che avrai modo di vedere una volta arrivato.

La storia di Catania: dalla fondazione fino alla fine del Medioevo

Stando alle fonti storiche giunte fino a noi, la storia di Catania inizia al 729 a.C, anno della sua fondazione per mano dei Calcidesi, dei coloni greci che le diedero il nome di Katane. Devi sapere che in virtù della zona in cui Catania venne fondata, essa fu protagonista di uno sviluppo demografico ed economico impetuoso che ben presto le permise di entrare in competizione con Siracusa, che all’epoca era una delle realtà più importanti e floride di tutto il Mediterraneo. Tuttavia Catania conobbe solo l’onta della sconfitta negli scontri bellici con Siracusa e soltanto in epoca romana, precisamente nel 263 a.C, le cose cambiarono. Da quel momento Catania visse infatti un periodo di grande splendore e potenza che durò circa 600 anni.
Cosa successe alla fine di questo lungo periodo?
Catania fu vittima delle invasioni barbariche
Una volta venuto meno l’Impero Romano d’Oriente, anche Catania fu vittima delle invasioni barbariche: i primi a metterla a ferro e fuoco furono i Vandali, seguiti poi dai Goti, i quali provocarono ingenti danni alle opere architettoniche dell’epoca romana. Nel 535 a.C iniziò l’epoca del dominio bizantino, che durò circa 300 anni, ovvero fino all’arrivo degli arabi, i quali a loro volta, poco prima del 1100, si trovarono a soccombere ai Normanni: fu in questo periodo che venne costruito il Castello Ursino, ancora oggi uno dei simboli della città.
Devi sapere che la storia di Catania è stata segnata da catastrofi naturali ed una di queste avvenne nel 1169, quando la città venne devastata da un violento terremoto. Fino al 1600 Catania fu oggetto di diverse dominazioni, segnalandosi comunque come una delle realtà più vivaci tra quelle siciliane: ti basti pensare al fatto che la prima università dell’isola in cui venivano insegnate materie di tipo umanistico e in cui trovarono spazio corsi di medicina e diritto fu proprio Catania.

La storia di Catania dal 1600 ai tempi attuali

La storia di Catania dal 1600 ai tempi attuali

Come già hai avuto modo di scoprire, la storia di Catania è stata segnata da tragici eventi naturali: nel 1669 una eruzione dell’Etna mise a dura prova la città e pochi anni dopo, sul finire del ‘600, un devastante terremoto mise la città in ginocchio. Nonostante ciò Catania riuscì a rialzarsi e la dimostrazione ne fu proprio la ricostruzione, che ne fece una delle culle del barocco. Nel corso dell’800 Catania era parte integrante del Regno delle Due Sicilie e grazie alla politica dei Borboni divenne la città più importante di tutta la Sicilia orientale. Anche dopo l’Unità d’Italia la realtà etnea si distinse per la sua vivacità culturale: come forse saprai diede i natali a personaggi che hanno fatto la storia della letteratura e della musica. Il riferimento è a Verga e Bellini. Nel corso dei due conflitti mondiali che hanno insanguinato la prima metà del ‘900 Catania fu oggetto di violentissimi bombardamenti, ma riuscì nuovamente, nella seconda metà del ‘900, a rinascere dalle proprie ceneri, sia da un punto di vista culturale che economico: a tal proposito devi sapere che venne ribattezzata, nel periodo del “boom economico”, la “Milano del Sud“. Oggi la città etnea affronta la grave crisi economica che coinvolge tutta l’Italia, ma rimane senza dubbio un luogo ricco di storia e di bellezza, a cominciare dai tanti edifici in stile barocco che vi si possono ammirare.  😯

Durante la seconda guerra mondiale, la città venne messa duramente alla prova a causa della difficoltà di reperire cibo e soprattutto dai massicci bombardamenti alleati nel tentativo di indebolire le retrovie tedesche. E’ tuttavia da notare come ancora una volta, è nei momenti più difficili che Catania riesce a darsi un prodigioso slancio in avanti: il periodo post-bellico vede un’eccezionale rinascita demografica ed economica, tanto da farla denominare “la Milano del Sud”.

Oggi, Catania si presenta come un gioiello incastonato tra le pendici dell’Etna e il Mar Ionio. Spetta al visitatore saperlo indossare.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here