Catania Pride 2022: una marea arcobaleno invade le strade del centro

Catania Pride 2022: una marea arcobaleno invade le strade del centro

Nonostante le temperature altissime e il weekend, una marea arcobaleno ha invaso le strade del centro. Dopo due anni di stop a causa dell’emergenza sanitaria, la cittadina etnea è stata nuovamente protagonista col suo Catania Pride 2022. Associazioni di settore, ma anche sindacati, centri sociali, testimonial e soprattutto tanti, tantissimi cittadini: hanno scelto di manifestare tutti insieme. Il corteo si è snodato da piazza Cavour per poi proseguire in via Etnea, piazza Stesicoro, Corso Sicilia, Corso Martini delle libertà, piazza Papa Giovanni XXIII, viale Africa con arrivo al centro fieristico Le Ciminiere.

Non solo però la coloratissima giornata di sabato, ma un programma ben più articolato. Il corteo è stata infatti la “punta dell’iceberg”, a conclusione di una settimana dedicata agli incontri in occasione del primo Pride Village, che si è svolto a Le Ciminiere.

Pride Village Catania, alle Ciminiere si riflette

Una risposta chiarissima a chi dice che il Pride è solo voglia di “mettersi in mostra”. Semmai, è anche voglia di mettersi in mostra e supportare la comunità Lgbt+. Quest’anno infatti il corte è stato appunto preceduto da quattro giorni di attività presso l’Area Anfiteatro Grande delle Ciminiere.

Nel programma, workshop, presentazioni di libri, laboratori e proiezioni di film e corti, ma anche Dj set e lezioni di tango queer. Momenti fra i più disparati, che ricalcano appunto la diversità che il Pride vuole proteggere. E ovviamente, dibattiti, momenti di confronto per eccellenza, momenti di contrapposizione ma anche di rispetto.

Pride 2022 Catania

Una frase che sintetizza il senso di quest’evento è stata divulgata proprio dal documento politico del Catania Pride 2022. «Siamo marea e siamo senza confini, senza bordi e senza limitazioni: siamo infinitə, siamo grandə, siamo persone e lottiamo ogni giorno per confermare i nostri diritti e vivere senza costrizioni».

Vladimir Luxuria: Rispondere alla discriminazione con l’allegria

 Per l’occasione è scesa in piazza anche l’attivista Vladimir Luxuria. L’ex deputata ha poi ricordato la vicenda di Cloe, l’insegnante che qualche settimana fa si è tolta la vita dopo essere stata demansionata a seguito del suo coming out. Allo stesso modo, Luxuria ha citato anche Sasha, il giovane catanese.

«Vogliamo comunicare allegria, gioia di vivere e di esserci e di amare. Nonostante il Parlamento non faccia nulla per fare delle leggi contro l’omobitransfobia e nemmeno per il matrimonio ugualitario, noi non vogliamo perdere il buon umore. Lo dobbiamo a quelle persone che purtroppo non solo hanno perso il buon umore, ma hanno perso anche la voglia di vivere. Lo dobbiamo a Sasha, un giovanissimo ragazzo di Catania che si è tolto la vita. Lo dobbiamo a Cloe, insegnante trans che si è tolta la vita. Non dobbiamo lasciarci abbattere e cambiare l’umore da chi ci insulta e ci vuole discriminare. Dobbiamo rispondere sempre con i nostri colori, con la nostra allegria».

Pride Catania 2022

Armando Caravini, portavoce del Catania Pride 2022, ha invece sottolineato come la comunità sia compatta e motivata. «Siamo scesi in piazza per rivendicare con orgoglio la nostra esistenza ed anche i nostri diritti e, soprattutto, la nostra dignità. La comunità è unita: hanno partecipato alla manifestazione da ogni parte della Sicilia, non solo della provincia etnea. Ciò dimostra quant’è forte il senso di appartenenza. Non faremo mai un passo indietro. Tutto questo per raggiungere un unico, dirompente, obiettivo: non deve più esistere una società con cittadini e diritti di serie A e B. Siamo stati e continueremo a essere senza confini».

Pride Catania 2022 contro violenza e guerra

Non solo rivendicazioni Lgbt+ e la volontà di sensibilizzare verso una situazione che, ovviamente, non dev’essere al centro dei discorsi solo un mese l’anno. Il Pride è stato anche, in questo caso, l’occasione per protestare anche contro le guerre e la violenza. Tutte, indistintamente, come ci si aspetterebbe da una grande e popolata manifestazione di pace. Altissima l’affluenza, specialmente da parte dei cittadini: sempre secondo i dati riportati dal Pride Catania, sarebbero stati 20000 coloro che hanno preso parte al corteo.

Un dato che certamente non può lasciare indifferenti e che testimonia una grande partecipazione.

Catania Pride 2022
, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.