Palermo in serie B battuto Padova

Palermo in serie B battuto Padova

Scatta la festa in tutta la città e infiamma il Barbera. Il Palermo batte al ritorno il Padova 1 a 0, dopo avergli inflitto il medesimo passivo all’andata, e ritrova la serie B. Vittoria netta degli uomini di Baldini quindi che chiudono un rotondo risultato, senza vedere mai la propria porta battuta.

Palermo – Padova le formazioni

Palermo (4-2-3-1): Massolo; Buttaro, Lancini, Marconi, Giron; De Rose, dall’Oglio; Valente, Luperini, Floriano; Brunori.
Padova (4-3-3): Donnarumma; Germano, Pelagatti, Valentini, Curcio; Jelenic, Ronaldo, Dezi; Chiricò, Ceravolo, Bifulco.

Palermo Padova la cronaca del 1 tempo, l’apoteosi di Brunori

Pronti, via. I rosanero battono il calcio d’inizio e poco dopo scatta subito il primo giallo, già al 4′, per il centrocampista dall’Oglio. Arbitro forse un po’ severo nella circostanza, ma subito intenzionato a mantenere l’ordine. I primi 10 minuti sono indubbiamente dominati dal pubblico dello stadio, con la cornice del Barbera a farla da padrone e le squadre a studiarsi. La prima emozione arriva a ridosso del quarto d’ora. Brunori fa già capire chi comanda ed entrando in area salta secco Valentini. Il suo sinistro è però disinnescato dal fratello maggiore dei Donnarumma, che ancora una volta rispedisce al mittente le critiche che lo hanno visto protagonista. Poco dopo è ancora l’arbitro a dover districare due situazioni da regolamento, prima mostrando il giallo a Lancini e poi sanzionando con un penalty un goffo tocco di Pelagatti in area.

Al dischetto di presenta Brunori, implacabile: palla che gonfia la rete e uno a zero. Esplode la gioia del Barbera, che si gode il suo bomber che poco dopo costringe Pelagatti a prendere anche un giallo per un intervento – non una serata di grazia quella del difensore. La partita prosegue e il Palermo mostra di meritare il vantaggio. Non solo in attacco Brunori mette a ferro e fuoco la difesa del Padova, ma in difesa chiusure pulite come quella di Lancini al 34′ o l’attento Massolo su Jelenic lasciano poco spazio alle iniziative del Padova. Si torna negli spogliatoi con la sensazione chiara che stia vincendo il migliore.

Palermo in serie B la cronaca del secondo tempo

Rientrano in campo le squadre e parte la girandola delle sostituzioni: nel Palermo entrano Odjer e Perrotta rispettivamente per Dall’Oglio e Lancini, con Baldini che non rischia e lascia negli spogliatoi i due ammoniti. Il copione però non cambia: il Palermo è più pericoloso, il Padova più nervoso, con Jelenic che rimedia anche lui un giallo. Decide di cambiare anche Oddo che manda dentro Dezi e Bifulco per Nicastro e Della Latta. Al 53′ è ancora il Palermo a fare la partita, con la punizione di Valente che cerca Brunori. L’italobrasiliano, per il quale si vocifera di molti interessamenti, colpisce al volo col pallone che si abbassa e per un pelo non trova la porta. Poi, sul tentativo di Floriano, è ancora Donnarumma a tenere a galla i suoi.

Al 57′ la partita si complica per il Padova e, virtualmente, si chiude. Ronaldo cerca Perrotta con una testata e viene pizzicato all’intervento del Var. Rosso per il capitano del Padova e uscita veramente ingloriosa di scena da una serata che, onestamente, meritava di più. Ancora cambi, con gli allenatori che cercano di portare avanti le proprie mosse. Nel Palermo fuori Floriano, molto intraprendente lungo il corso della serata, per Soleri. Nel Padova entrano Saber e Terrani, escono Ceravolo e Jelenic. Tuttavia, è ancora Antonio Donnarumma a salvare gli ospiti da un passivo decisamente più pesante sul colpo di testa di Luperini.

Sul finale, ormai in 10, il Padova ha proprio le migliori occasioni. La più ghiotta è quella per Saber al 70′, ma il colpo di testa è schiacciato e finisce a lato. Al 79′ esce in una standing ovation l’eroe della serata e della stagione del Palermo, mentre a cercare gloria è Fella. Poi il Palermo dilaga, con almeno 3 occasioni da reti mancate prima proprio da Fella, poi da Soleri e poi da Silipo. Alla fine, si fa espellere anche Pellegatti e il Padova termina in nove.

Palermo in serie B: può cominciare la festa

Alla fine la sorte arride ai siciliani, nettamente migliori e meritevoli. Adesso il Barbera e la Sicilia tutta può riabbracciare il Palermo in serie B. Un valore aggiunto anche per chi volesse rilevare la società. Nelle ultime ore si è fatta, proprio in tal senso, insistente una voce su Pallotta.

Intanto però i tifosi si godono un ritorno nella categoria cadetta. Il Palermo batte il Padova ed è in serie B.

, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.