Paternò Catania 0-4, nuovo poker rossazzurro

Paterno Catania 0 4

Nuova domenica da festeggiare per i tifosi rossazzurri, che in questo periodo non hanno veramente di cosa lamentarsi. Se qualche settimana fa avevamo registrato qualche tiepida polemica dopo i due 2-1 consecutivi, adesso anche gli scettici sembrano essere svaniti. Paternò Catania finisce 0-4 e riconcilia, ancora una volta in queste prime otto uscite della squadra di mister Ferraro, i pragmatici del risultato e i “belgiochisti”, coloro che amano il calcio champagne. Questo perché i rossazzurri vincono e convinco, dominano la categoria come ci si aspetta dalla corrazzata messa in piedi da Ross Pelligra&colleghi, sfruttano a pieno una rosa più profonda e attrezzata delle concorrenti.

Questo non deve portare però a una sbornia di risultati. Certamente è vero che il Catania partiva come favorita e che i risultati finora ottenuti lo certificano. La differenza reti infatti adesso segna +18 e il distacco dal Lamezia Terme, secondo in classifica, è stato mantenuto a +5. Ma la categoria rimane insidiosa e il rischio di una prevedibile flessione non deve essere uno spauracchio: sarà compito dei tifosi continuare a supportare i loro giocatori. Adesso, tuttavia, dopo uno scorso anno amaro è giunto il momento di godere qualche domenica di pace e di vittorie e festeggiare allo stadio con tutta la famiglia, proprio come Pelligra aveva richiesto.

Paternò Catania 0-4 il tabellino

MARCATORI: 29′ Sarao, 37′ Lodi (rig.), 86′ Jefferson, 87′ An. Russotto

PATERNO’ (3-5-2): Cappa, Asero (84′ Zappalà), Guarnera, Cervillera (77′ Musso), Manes, Popolo, Timmoneri (70′ Aquino), Moran, Fernandez, Saverino, Bamba (53′ Pappalardo).
A disp. di Pagana: Di Domenico, Amorello, Consiglio, Chechic, Paschetta.

Paterno Catania formazione
La formazione iniziale nella grafica della pagina ufficiale del Catania SSD


CATANIA (4-3-3)
: Groaz; Rapisarda (85′ Boccia), Ferrara, Lorenzini, Castellini; Rizzo, Lodi (83′ Giovinco), Vitale; Sarno (77′ An. Russotto), Sarao (64′ Jefferson), Forchignone (82′ Buffa).
A disp. di Ferraro: Bollati, Lubishtani, Somma, Bani.


ARBITRO: Filippo Colaninno
AMMONITI: Saverino, Manes, Sarno, Bamba, Lodi, Cervillera
ESPULSI:
NOTE: 3′ di recupero s.t.; 1′ di recupero p.t.

Russotto: “partita non facile, ma continuiamo a crescere”

Intervistato ai microfoni nel post gara. Russotto ha così commentato. «È andata bene. La partita non era facile, sapevamo di poter aver difficoltà. Siamo contenti del risultato e di continuare sulla scia delle vittorie. Fanno bene a noi e alla gente. Complimenti a Rizzo per il lancio perfetto. Contenti di continuare su questa strada. Continuiamo a crescere. Mi sono assentato per un piccolo problema. Ora si lavora e mi alleno per tornare al 100%. La società ha allestito una rosa più che importante. I giocatori in campo e fuori hanno qualità. Cerchiamo di metterci tutti a disposizione. L’atteggiamento positivo è quello che rende grande il gruppo.» Il giocatore è stato ieri autore di un gol e un assist e finora si è sempre rivelato determinate per le sorti della squadra.

Paternò Catania 0-4, Ferraro: “Adesso possiamo dire di essere al 75%”

Mister Ferraro contento, ma pronto a puntare su un ulteriore crescita della squadra. «Secondo l’allenatore degli etnei infatti il potenziale raggiunto sinora si aggira intorno al 75%. Sono contento della vittoria. Si vede il risultato ma è stata una partita difficile, preparata bene. I ragazzi sono stati encomiabili. È una vittoria di gruppo e mentalità. Ogni contrasto lo volevano vincere. Giocare con questo pubblico è un’energia in più, i ragazzi danno 10 volte in più. I cambi decisivi? Sono titolari quelli che stanno in panchina. Sono fortunato di avere una rosa ampia. Oggi partita di grande ritmo ma sapevamo quello che volevamo. Siamo arrivati al 75% della condizione fisica. Ho visto grande spirito. È stata una gara di collettivo. Questa è la mentalità giusta. Sono contento».

Paterno Catania 0 4 risultato

Mister Ferraro ha poi proseguito: «In settimana con lo staff facciamo marcature preventive. Ci vuole spirito di gruppo. È fondamentale la sinergia. Il carattere della squadra è determinante. De Luca si è bloccato la schiena oggi ma i ragazzi sono tutti pronti. Bisogna continuare a fare così. Siamo fortunati a lavorare qui a Catania. La settimana prossima aumenteremo qualcosa in più in percentuale. Ci sarà la settimana tipo. Gestione del gruppo? Bisogna ricordare il discorso Under. Capito questo, i ragazzi i conti se li fanno da soli. Loro hanno scelto Catania per presente e futuro. Dobbiamo essere equilibrati. Non bisogna pensare troppo positivo perché poi le cose non vanno bene. Stasera incontro finalmente mia figlia. La cosa migliore per chiudere la serata».


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *