Misiliscemi: nasce un nuovo comune in Sicilia

Trapani vista aerea

 
Il numero 390 è proprio nel territorio catanese, ed è Zafferana etnea. Il primo in termini demografici è ovviamente il nostro capoluogo di regione, Palermo, mentre quello più esteso a livello territoriale è Noto, nel siracusano. Il più piccolo comune sia per popolazione che per superficie è invece nel comprensorio peloritano ed è Roccafiorita. Da oggi tuttavia i comuni della Sicilia saranno 391, e comprenderanno anche il Comune di Misiliscemi.
trapani giornata di sole
Il nuovo comune è stato approvato dall’Assemblea Siciliana tramite disegno di legge dopo un iter lungo dieci anni e si formerà dalla convergenza di otto frazioni precedentemente incluse nel territorio della città di Trapani. Durante la votazione segreta in aula ci sono stati 21 favorevoli e 13 contrari. La notizia dunque è così recente che al momento in cui scriviamo l’articolo nemmeno la pagina di Wikipedia risulta aggiornata.
Aereoporto trapani
Nel territorio di Misiliscemi si verranno a trovare strutture importanti, quali per esempio l’ospedale, l’università, il penitenziario e l’aereoporto di Birgi – attualmente tutte rispondenti alla città di Trapani.
vista aerea trapani
Secondo le stime il nuovo comune dovrebbe arrivare a contare circa 8.670 abitanti, approssimativamente il 12,5% degli attuali abitanti di Trapani (67.531). Misiliscemi avrà comunque ancora una sede legale provvisoria nel comune di Trapani, e sarà retto da un commissario straordinario che rimarrà in carica fino all’elezione di sindaco e Consiglio. Il personale del Comune di Trapani residente nelle frazioni scorporate passerà alle dipendenze del nuovo ente locale. Il suo territorio sarà composto dalle frazioni di Fontanasalsa, Guarrato, Locogrande, Marausa, Palma, Rilievo, Salinagrande, Pietretagliate.
 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *