Lamezia Terme Catania 1-1: pareggio nel derby della vetta

Lamezia Terme Catania 1 1

Finisce con un pari: Lamezia Terme Catania 1-1, spogliatoi e tutti a casa. La partita più attesa da quando si è delineato il calendario, col Catania saldamente in vetta e il Lamezia a inseguire, si è conclusa con un pareggio. Un risultato che lascia tutti mediamente soddisfatti o insoddisfatti, a seconda che si voglia guardare il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto. Sicuramente il bilancio pende verso il Catania: non solo gli etnei hanno mantenuto a distanza i diretti inseguitori (e che distanza, sono ancora 10 i punti), ma hanno mantenuto l’imbattibilità su un campo difficile. Un punto in trasferta che sa di bottino, mentre il Lamezia ora sente il fiato sul collo della Vibonese (a un solo punto) e del Locri (3 punti).

Lamezia Terme Catania 1-1 il tabellino

Marcatori: st 1’ Palermo, 18’ Emmanouil

Lamezia Terme (4-3-3): 1 Mataloni; 41 Miliziano, 5 Silvestri, 66 Cadili, 3 De Luca; 29 Maimone (9’st 8 Maltese), 17 Cristiani, 33 Emmanouil; 11 Addessi (27’st 19 Alma), 7 Crisafi, 10 Terranova. A disposizione: 22 Martino; 47 Kanoute, 4 Zulj, 14 Tipaldi; 74 Borgia; 9 Ferreira, 24 Fangwa. Allenatore: Novelli.

gol catania lamezia
Il gol di Palermo nelle immagini del Catania SSD Official

Catania (4-3-3): 1 Bethers; 5 Rapisarda, 27 Castellini, 26 Lorenzini, 2 Boccia (30’st 11 Forchignone); 23 Palermo, 18 Rizzo (K), 24 Vitale; 30 Sarno (30’st 13 Ferrara), 99 Sarao (13’st 79 Jefferson), 7 An. Russotto (VK) (25’st 17 De Luca). A disposizione: 22 Groaz; 3 Lubishtani, 21 Pedicone; 10 Lodi; 32 Giovinco. Allenatore: Ferraro.

Arbitro: Francesco Zago (Conegliano). Assistenti: Thomas Storgato (Castelfranco Veneto) e Simone Della Mea (Udine).

AMMONITI: Crisafi (L); Vitale, Sarao (C). RECUPERO: pt 0’; st 6’. ANGOLI: 2-5.

Ferraro: “Campo al limite della praticabilità”

Non c’è spazio per i rimpianti delle parole del mister Ferraro, che però apre una nota polemica sul campo. «Prestazione positiva dei ragazzi su un campo al limite della praticabilità. Abbiamo fatto bene, dimostrando il nostro valore. Peccato per quel tiro deviato, altrimenti avremmo portato a casa un’altra vittoria. Per me oggi ha funzionato tutto, nonostante i tanti fattori che potevano metterci in difficoltà. Non siamo stati arrendevoli, abbiamo creato delle azioni per andare alla conclusione e confermato di essere una squadra forte. Abbiamo rispetto di tutti, forse qualcuno pensava che avremmo fatto una partita diversa. A me i ragazzi sono piaciuti e sono soddisfatto. Complimenti a loro e ai tifosi che sono stati straordinari.»

Il centravanti brasiliano Jefferson ha visto il bicchiere mezzo pieno. «Campo pesante oggi, loro hanno fatto buon calcio. Sapevamo che affrontavamo una buona squadra, noi abbiamo fatto la nostra partita. Credo che il risultato sia giusto alla fine, è stata una buona gara. C’era voglia di segnare anche oggi, non sono riuscito nell’intento e mi dispiace. Adesso lavoriamo in funzione del prossimo impegno.»

Lamezia Terme Catania 1-1, Palermo: “Che emozione il gol”

A sbloccare il risultato ci ha pensato il centrocampista Palermo, rossazzurro fino al midollo a discapito del cognome. «Non potevo sperare di segnare una rete più importante di questa , anche se avrei preferito vincere oggi a Lamezia Terme. Sono felice, ho provato un’emozione fortissima dopo aver segnato, non ho capito più niente. Sapevamo che questa partita fosse insidiosa, ci siamo abbassati troppo dopo il goal, comunque non giochiamo da soli in campo.»

Tutta l’amarezza per la vittoria sfumata invece nelle parole di Lorenzini. «Il pareggio ci sta, sapevamo le insidie di questa partita. Noi volevamo vincere, però pazienza. Tre punti avrebbero allungato la distanza tra noi e loro. Sul goal c’è stata una deviazione, c’è stata molta sfortuna. Felice per la rete di Palermo, sono contento per lui: ha fatto un bel goal. Nella mia esperienza ho sempre visto che in questi campi bisogna stare attenti, ho cercato di badare al sodo. Il nostro attacco? Loro sanno bene cosa fare, non penso sia mancata qualcosa, siamo forse andati troppo in verticale dalla difesa. Anche la Vibonese ha pareggiato, per noi va bene così.»


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *