Site icon Intrattenimento, Sport, Notizie

La storia del Palazzo Asmundo di Gisira

palazzo asmundo
Catania è sicuramente una delle città più affascinanti della Sicilia ed offre diverse attrazioni di interesse artistico ed architettonico. Tra queste merita sicuramente una menzione speciale il Palazzo Asmundo di Gisira, una vera e propria perla che si trova nell’attuale piazza Mazzini. Scopriamo insieme la storia di questo meraviglioso edificio.

Come è stato edificato Palazzo Asmundo

La storia di questo prestigioso edificio è diretta conseguenza dell’eruzione dell’Etna che colpì la città di Catania nel 1693, evento naturale che comportò la distrazione totale di tutto il paese e delle sue costruzioni. Il processo di ricostruzione della città fu avviato con molta lentezza e in molti casi fu necessario l’intervento della chiesa e di alcuni investitori privati per renderlo più veloce; gli anni successivi a questo terremoto diedero avvio a quella fase che fu definita del barocco nero. Con questo termine si identificò il processo di ricostruzione basato sull’utilizzo di blocchi estratti dalla lava che aveva distrutto la città e che avrebbe comportato un ricordo perenne dell’evento distruttrice.
Palazzo Asmundo rappresentò uno dei primi edifici ad essere costruito con questo materiale in quella che all’epoca si chiamava piazza San Filippo, oggi piazza Mazzini e che è dalla maggior parte dei turisti considerata come la piazza più bella della città etnea.
Palazzo Asmundo fu edificato su progetto dell’architetto Giuseppe Palozzotto e grazie al prezioso contributo di Adamo Asmundo e doveva rappresentare il simbolo della rinascita di Catania.
Decisamente particolare è la piazza che nasce come interruzione di via Garibaldi e rappresenta l’unico esempio cittadino di piazza con porticati. Questa è racchiusa in 4 corpi angolari con un peristilio di 32 colonne di tipica struttura romana; sui due lati si trovano da un lato il Duomo e dall’altro la porta Ferdinandea. Il palazzo è stato edificato sul lato sud orientale della piazza e si caratterizza per un enorme portone al di sopra del quale è facilmente visibile lo stemma del casato Asmundo di Gisira.
Rinvenendo alcune notizie dalla documentazione dell’epoca, è presumibile che i lavori di edificazione siano iniziati nel 1704 sul progetto del menzionato architetto e furono portati a termine nel giro di pochi anni. Gli interni di questo palazzo sono stati decorati con affreschi di enorme pregio che lo rendono interessante non solo dal punto di vista storico ma anche da quello artistico. Nel corso degli anni ha conosciuto alterne fortune fino ad ospitare ai giorni nostri un albergo di particolare interesse per i visitatori poiché permette di vivere un pezzo di storia della meravigliosa e inimitabile città siciliana.

Exit mobile version