La Chiesa di San Camillo dei Mercedari a Catania

0
167
Chiesa di San Camillo dei Mercedari
- Pubblicità -
Se sei in visita nella città di Catania, non perderti una visita alla bellissima Chiesa di San Camillo dei Mercedari. Ecco la sua storia.

Le origini della Chiesa di San Camillo dei Mercedari

La Chiesa di San Camillo dei Mercedari viene eretta intorno al 1700 sulle ceneri di una precedente piccola chiesa, quella dedicata a Santa Maria della Dagala. La costruzione della chiesa fu voluta dopo il terremoto del 1693 che aveva distrutto diverse strade, fra cui quella dove sorgeva la precedente chiesa, e aveva richiesto la necessità di nuovi interventi edilizi. Nel 1723 si apre il cantiere di Chiesa di San Camillo dei Mercedari sotto la guida del maestro Domenico La Barbera. La costruzione viene poi conclusa solo all’inizio del secolo successivo.

Gli esterni della Chiesa di San Camillo dei Mercedari

La facciata esterna della Chiesa di San Camillo dei Mercedari è realizzata in pietra bianca calcarea proveniente dal siracusano. Quella principale ha un modulo concavo centrale, nel quale è sistemato il portone di ingresso, delimitato da due imponenti pilastri laterali che sono decorati come le colonne corinzie. Nella parte superiore la facciata si conclude con un timpano molto ampio ad arco spezzato. All’ingresso c’è una lapide epigrafa.

interno Chiesa di San Camillo dei Mercedari

Gli interni della Chiesa di San Camillo dei Mercedari

Gli interni della chiesa presentano tre distinte parti. C’è un vestibolo con la cantoria, un’aula centrale che ha una forma ovale e la zona dell’abside. All’interno della chiesa è contenuto anche un bellissimo organo la cui costruzione risale al XVIII secolo. Le pareti interne, infine, sono decorate con marmi e affreschi di artisti dell’epoca.
 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui