Concorsi Catania nuovi bandi e come partecipare

Concorsi Catania nuovi bandi e come partecipare

Il periodo che tutte le famiglie italiane stanno affrontando è certamente ostico. Mentre le famiglie fanno i conti con rincari dell’energia e aumento del prezzo dei beni, specialmente la benzina, il lavoro scarseggia. Un problema annoso, quello che affligge specialmente il Sud Italia. Per questo siamo sempre contenti quando possiamo segnalare dei concorsi a Catania presso l’amministrazione pubblica.

Concorso Carabinieri 2022: Bando per 4.189 Allievi

Carabinieri concorso

Il primo dei concorsi di cui parliamo è il bando dedicato al reclutamento di 4.189 allievi in ferma quadriennale del ruolo appuntati e carabinieri dell’Arma dei Carabinieri. La selezione è aperta sia a militari che a civili ed è possibile presentare la domanda di ammissione entro il giorno 11 agosto 2022.

Sui 4.189 posti messi a concorso per reclutare allievi nell’Arma dei Carabinieri si applicano le seguenti riserve:

  1. n. 2.910 posti a favore dei volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) e ai volontari in ferma prefissata quadriennale (VFP4), in servizio;
  2. n. 1.247 posti a favore dei cittadini italiani che non abbiano superato il ventiseiesimo anno di età; il limite massimo d’età è elevato a ventotto anni per coloro che abbiano già prestato servizio militare;
  3. n. 32 posti (di cui 22 tratti dai VFP e 10 tratti dai civili) ai candidati in possesso dell’attestato di bilinguismo.

All’atto della presentazione della domanda, i candidati dovranno scegliere di concorrere per una sola delle riserve. Inoltre, potranno esprimere la preferenza per la formazione e per l’impiego nelle specializzazioni in materia di tutela forestale, ambientale e agroalimentare.

Il numero dei vincitori da designare per la formazione e per l’impiego specialistici sopra menzionati è stabilito in 168 unità, così suddivise:

  • n. 117 riservate ai candidati vincitori del concorso di cui alla riserva a);
  • n. 51 riservate ai candidati vincitori del concorso di cui alla riserva b).

Si segnala, infine, che i posti della riserva a) e quelli riservati ai VFP della riserva c), eventualmente non ricoperti per insufficienza di candidati idonei, saranno devoluti in aggiunta ai restanti posti messi a concorso.

Requisiti concorso Carabinieri 2022

Carabinieri

I candidati al concorso per allievi in ferma quadriennale del ruolo appuntati e carabinieri dell’Arma dei Carabinieri devono possedere i requisiti generali di seguito riassunti:

  • godimento dei diritti civili e politici;
  • se minori, avere il consenso di chi esercita la responsabilità genitoriale;
  • se militari (VFP1/VFP4) già in servizio alla data del 31 dicembre 2020, possesso del diploma di istruzione secondaria di primo grado;
  • se militari (VFP1/VFP4) in servizio dal 1 gennaio 2021 o se partecipanti per la riserva dei posti di cui ai commi 2 e 3 dell’art. 2 del bando (civili e civili in possesso dell’attestato di bilinguismo), avere conseguito o essere in grado conseguire entro il 2022, il diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’accesso alle università;
  • condotta incensurabile;
  • non essere stati condannati per delitti non colposi, anche con sentenza di applicazione della pena su richiesta, a pena condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna o con il beneficio della non menzione;
  • non essere in atto imputati in procedimenti penali per delitti non colposi;
  • se militari, nel caso di procedimento penale per delitti non colposi, precedentemente instaurato nei loro confronti e non concluso con sentenza irrevocabile di assoluzione (perché il fatto non sussiste, ovvero perché l’imputato non lo ha commesso, pronunciata ai sensi dell’articolo 530 del codice di procedura penale), non essere sottoposti a conseguente procedimento disciplinare in corso di definizione;
  • non essere stati sottoposti a misure di prevenzione;
  • idoneità psicofisica e attitudinale al servizio militare incondizionato;
  • non avere tenuto comportamenti nei confronti delle istituzioni democratiche che non diano sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato;
  • non trovarsi in situazioni comunque non compatibili con l’acquisizione o la conservazione dello status di carabiniere.

Vi sono anche dei requisiti specifici, ma per ogni dettagli vi rimandiamo al bando. L’iscrizione avviene per via telematica e bisogna possedere lo SPID.

Concorsi università Catania 2022

Il Monastero dei Benedettini

Concorsi a Catania anche per l’Università, che ha indetto due concorsi rivolti a diplomati e laureati. Le selezioni sono finalizzate all’assunzione di 2 risorse, con contratto di lavoro a tempo indeterminato. Nello specifico le due risorse sono:

  • n. 1 unità di personale di categoria C, posizione economica C1, area tecnica, tecnico-scientifica ed elaborazione dati;
  • n. 1 unità di personale di categoria D, posizione economica D1, area tecnica, tecnico-scientifica ed elaborazione dati.

Sarà possibile presentare le domande fino al 31 Agosto 2022. Per candidarsi come personale di categoria C è necessario il Diploma di maturità, mentre per la categoria D la laurea triennale, o laurea specialistica o magistrale, in ambito ingegneristico/architettonico (ingegneria, architettura).

In relazione al numero di domande pervenuto per ciascun concorso può essere prevista una prova preselettiva. I candidati saranno selezionati sulla base della valutazione dei titoli e di due prove d’esame, una scritta ed una orale, vertenti sugli argomenti indicati nei bandi che rendiamo disponibili a fine articolo.

Concorsi Catania requisiti generali Università

Per partecipare ai concorsi per diplomati e laureati indetti dall’Università di Catania sono inoltre richiesti i requisiti generali di seguito riassunti:

  • cittadinanza italiana o di altro Stato appartenente all’Unione Europea oppure altra categoria indicata nel bando, fatta salva la conoscenza della lingua italiana;
  • età non inferiore ad anni 18 e non superiore a quella prevista dalle norme vigenti per il collocamento a riposo;
  • inclusione nell’elettorato politico attivo;
  • godimento dei diritti civili e politici anche negli stati di appartenenza o provenienza;
  • non essere stati destituiti o dispensati o licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
  • non essere decaduti da un impiego statale;
  • assenza di condanne penali che impediscano la costituzione del rapporto di lavoro con la pubblica amministrazione;
  • non avere stato di interdizione o provvedimento di prevenzione o altre misure, tutti derivanti da condanne penali definitive, che escludano, secondo le norme vigenti, l’accesso ai pubblici impieghi;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • essere in posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.